Sequestro porto turistico Licata, chiesti due rinvii a giudizio

La Procura della Repubblica di Agrigento, guidata da Luigi Patronaggio, ha chiesto il rinvio a giudizio del dirigente del Dipartimento urbanistica del Comune di Licata Vincenzo Ortega e dell’imprenditore nisseno Luigi Francesco Geraci, per diverse ipotesi di abuso d’ufficio e falso in atti pubblici, in relazione alla realizzazione del porto turistico di Marina di Cala del Sole. Quantificato un danno erariale pari a circa 7 milioni di euro.

La questione è stata oggetto di una conferenza stampa in procura, durante la quale è stato illustrato anche il provvedimento di sequestro preventivo emesso dal Gip di una serie di attivita’ commerciali, immobili e posti barca, tutti insistenti nell’area demaniale del porto turistico di Licata, e delle informazioni di garanzia emesse nei confronti di 22 indagati per reati in materia edilizia, nonche’ per occupazione di demanio marittimo.