Valle dei Templi, nuovo riconoscimento europeo

Il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi premiato con la Special Mention for sustainable development and social reintegration alla Landscape Award of the European Landscape Convention di Strasburgo

Ancora un importante riconoscimento per il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento che, dopo aver ottenuto il Premio italiano del paesaggio ed essere stato scelto dal MIBACT a rappresentare l’Italia  al relativo premio europeo, riceve adesso la Special Mention for Sustainable development and social reintegration nell’ambito della Landascape Award of the European Landscape Convention (2016-2017), tenutasi a Strasburgo.

Questa la motivazione della giuria: “La rigenerazione paesaggistica del Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento è un esempio eccellente di collegamento fra siti archeologici internazionalmente riconosciuti ed economia agraria innovativa, che comporta lo sviluppo di prodotti di alta qualità per il benessere sia della comunità locale che dei molti visitatori che godono di viaggi in campagna e visite nell’eccezionale sito archeologico”.

“Un riconoscimento”, evidenzia il Direttore del Parco Arch. Giuseppe Parello, “che sottolinea l’importanza della valorizzazione dello straordinario patrimonio archeologico in chiave innovativa, attraverso un sapiente intreccio tra questo e l’economia connessa alle tradizioni agrarie siciliane. Il mandorlo, l’ulivo, i profumi della campagna, il vissuto agreste si fondono con i templi, i telamoni, la macchia mediterranea, la roccia calcarea, l’azzurro del Mare e diventano un’entità unica, capace di raccontare un territorio che rievoca una civiltà poliedrica che affonda le proprie radici negli elementi della natura, nelle tradizioni rupestri ed insieme nelle antiche origini storiche di una terra che, per la sua ricchezza e per il suo sviluppo, fu definita Grande Grecia.  Una bellezza archeologica ancor più tutelata nel quadro di un paesaggio complessivo, fatto di elementi della natura ma pure di persone, di civiltà, di racconti, un paesaggio di fronte al quale grandi viaggiatori del Settecento non hanno potuto nascondere stupore ed emozione”.

Il Parco prende adesso parte alla Landscape Award Alliance of the Council of Europe, a testimonianza dell’indiscussa posizione di rilievo ormai assunta sul piano internazionale.

Grande soddisfazione per il Parco della Valle dei Templi e per la città di Agrigento che continua a mietere successi e riconoscimenti sempre più importanti da tutto il mondo.

Sulla menzione speciale del Coniglio d’Europa al progetto “Agri Gentium” il sindaco della città dei templi, Lillo Firetto, dichiara: “Ad Agrigento va un altro prestigioso riconoscimento. Nulla accade per caso ed è frutto di un nuovo vissuto della città e di un percorso che guarda al 2020 come a una fase di radicale cambiamento in cui Agrigento possa esprimere appieno la volontà di divenire modello di sviluppo sostenibile.  Al progetto “Agri Gentium: Iandscape regeneration” già vincitore del Premio Nazionale del Paesaggio va una menzione speciale del Consiglio d’Europa: viene riconosciuta la bellezza di un paesaggio unico al mondo che si completa grazie alle sensibilità espresse da un programma di rigenerazione, esempio d’eccellenza per l’Europa”.