Truffe e azzardo su asse Sicilia-Malta, smantellata rete scommesse

Guardia di Finanza: Operazione a tutela del consumatore, sequestrati elettrodomestici “insicuri”

Blitz della Guardia di finanza nei confronti di una vasta rete di agenzie di scommesse illegali sull’asse tra Italia e Malta.

Perquisizioni e sequestri nelle province di Ragusa, Agrigento, Catania, Caltanissetta e Salerno. Le fiamme gialle del Comando provinciale di Ragusa, insieme ai colleghi delle altre province interessate, hanno eseguito perquisizioni e sequestri delegati dalla Procura della Repubblica di Ragusa in diverse localita’ della Sicilia e della Campania, nei confronti di esercizi commerciali (tra agenzie di scommesse sportive, bar, sale gioco e biliardo), e abitazioni private nell’ambito di un’attivita’ di contrasto all’organizzazione ed alla raccolta di scommesse illegali. Denunciate 15 persone per esercizio abusivo di attivita’ di giochi e scommesse e sottoposti a sequestro oltre 80 fra computer ed apparecchiature informatiche, denaro contante ed assegni per oltre 113 mila euro.

Inoltre, e’ stata rinvenuta e sequestrata importante documentazione contenente liste di clienti e somme di denaro giocate. Accertata una movimentazione di denaro pari a circa un milione di euro in soli 8 mesi.
Le indagini condotte dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Ragusa hanno interessato localita’ in diverse province della Sicilia quali Porto Empedocle, Naro, Cianciana, Gela, Scordia, Acate e Pedalino, oltre che Ragusa citta’ e Cava dei Tirreni.