Agrigento, Spataro: “Intollerabile la prospettiva di 3 anni di chiusura del viadotto Morandi”

“Quando l’Amministrazione comunale di Agrigento si accorgerà di quanto accade in città a seguito della perdurante chiusura del secondo tratto del viadotto Morandi?”.

Il consigliere comunle Pasquale Spataro, presidente della V Commissione aderisce a Forza Italia

Ecco l’interrogativo che solleva il consigliere comunale di Forza Italia, Pasquale Spataro, che afferma: “L’Anas, in riferimento a tempi di progettazione, gara e aggiudicazione dei lavori, ha un margine di tempo di 24 mesi, ossia 2 anni. Dopodiché, qualora inizino celermente i lavori, sarà necessario almeno un altro anno affinchè si concludano. Nel frattempo la città è nel caos. Basta osservare quanto accade al mattino lungo i principali collegamenti cittadini per rendersi conto di quanto sia aberrante e intollerabile la prospettiva che ciò si protragga almeno altri 3 anni. La giunta Firetto, qualora si sia accorta delle gravissime difficoltà che incombono, batta finalmente un colpo e intervenga sull’Anas affinchè i tempi di inizio dei lavori di consolidamento siano ragionevolmente ridotti. Il viadotto Morandi non è una qualsiasi strada di Agrigento da abbandonare all’incuria e al degrado, come avviene sistematicamente. Il governo della città di Agrigento, se ritiene di essere tale, assuma responsabilità e si impegni affinchè la prospettiva dei 3 anni di chiusura del secondo tratto del viadotto Morandi sia corretta, a favore dei cittadini contribuenti, che non meritano affatto di essere vittime di cotanta indifferenza e regresso, a fronte delle tante menzogne su patti per il Sud, per la Sicilia, investimenti infrastrutturali milionari e corbellerie varie” – conclude Pasquale Spataro.