Akragas, trattative con la “4 Young”: Giavarini, “noi disposti a cedere”

Riceviamo e pubblichiamo la nota del presidente onorario e azionista di maggioranza dell’Akragas, Marcello Giavarini:

“Ieri sera ho avuto il tanto atteso incontro con la “cordata romana”, ma in realtà i signori che si sono presentati all’appuntamento, Alessandro Volta e Luca De Simone, amministratori della società  “4Young” con sede a Roma, hanno immediatamente tenuto a precisarmi che non appartengono a nessuna “cordata Romana”. I signori Alessandro Volta e Luca De Simone mi hanno riferito che operano nel settore del calcio come procuratori e sviluppatori di business del calcio per conto di propri clienti. Le loro prime parole, dunque, sono state: “Sfatiamo il mito della cordata romana che non esiste”.

Alessandro Volta e Luca De Simone mi hanno riferito che ci sarebbe l’interesse di un loro cliente ad investire in Italia, nel mondo del calcio, e loro gli hanno proposto Agrigento e la squadra dell’Akragas.

La mia impressione è stata positiva e cioè di avere a che fare con persone serie ed esperte di calcio che quasi certamente possono dare un fattivo contributo economico e tecnico alla Società.

 L’incontro si è svolto in un clima del tutto sereno e amichevole. Io ho rinnovato a loro la mia disponibilità alla cessione delle mie quote a titolo assolutamente gratuito e gli ho proposto di occuparsi di tutta la governance societaria e tecnica.

Ed ancora, li ho invitati ad entrare in Società con qualsiasi quota loro volessero, anche con una quota maggiore alla mia perché ero stato autorizzato dal Presidente Silvio Alessi ad avvisare i nuovi investitori che, in caso di cessione delle mie quote, anche lui avrebbe ceduto ai “romani” il suo 12%.

Per cui loro hanno piena disponibilità di scegliere fino al 66% del pacchetto azionario dell’Akragas, che significa avere la maggioranza assoluta della società, sempre a costo zero ed in maniera assolutamente gratuita.

 Al termine dell’ incontro i signori Volta e De Simone mi hanno detto che serve altro tempo per ridefinire il tutto con il loro cliente e hanno chiesto altri documenti sui tesserati attuali in pancia alla societa’ (cosa che il nostro segretario o il presidente Alessi al massimo domani spediranno direttamente al loro indirizzo di posta).

Per cui aspettatevi notizie direttamente da loro per sapere in che modo e con quale percentuale di quote societarie desiderano entrare nell’Akragas. Io mi auguro per il bene dell’Akragas che la trattativa possa andare in porto e rimango a disposizione affinché nuovi investitori possano subentrarmi e portare capitale fresco alla squadra dell’Akragas”.

Marcello Giavarini