Visitare il Parlamento Europeo è un ottimo modo per scoprire quale impatto produce in Europa e nel mondo e in quale maniera viene rappresentata la voce dei cittadini europei. Nel corso del presente anno scolastico, presso l’Istituto Tecnico Commerciale, Economico e Tecnologico “L.Sciascia” di Agrigento, sono state svolte attività didattiche per illustrare e spiegare agli alunni delle quinte classi il funzionamento delle Istituzioni a livello locale, regionale, nazionale e, in particolare, come lavora il Parlamento europeo, qual è la sua storia e che cosa fa per i cittadini dell’Unione.

Un’attività quest’ultima tendente ad accrescere negli studenti la consapevolezza dei valori culturali europei e ad inculcare loro l’educazione alla cittadinanza attiva. Grazie all’impegno profuso dal Dirigente Scolastico, Dott.ssa Patrizia Marino, nonché da alcuni docenti impegnati nell’ambito del progetto “In viaggio attraverso le Istituzioni”, in questi giorni le migliori eccellenze dell’Istituto hanno avuto l’opportunità di recarsi a Strasburgo e di visitare personalmente il Parlamento Europeo vivendo un’esperienza indimenticabile che non solo è rimasta nei loro ricordi ma ha contribuito ad arricchire il loro patrimonio culturale ed umano.

L’iniziativa è stata realizzata per la disponibilità dell’On. Caterina Chinnici la quale ha accolto la richiesta della scuola ed è stata felice di ricevere la delegazione agrigentina composta dagli studenti selezionati, cioè da M.Cristina Cacciatore, Daniela Milioto, Davide La China e Valerio Palumbo, accompagnati dalla docente Giuseppina Parisi. I loro itinerari nella suggestiva città francese sono durati due giorni e tre notti, tempo sufficiente per conoscere l’attività della deputata in seno al Parlamento Europeo e per presenziare ad una conferenza sulla storia dello stesso per poi avere la possibilità di un passaggio in plenaria nella quale si è dibattuto di “Hate speech” e “Fake news”, argomenti molto attuali relativi alla rete Internet che, a differenza dei tradizionali mezzi di comunicazione, si caratterizza per la presenza di fattori assolutamente inediti e peculiari, quali la globalità, la capillarità e velocità di trasmissione che favoriscono in maniera esponenziale la capacità di diffusione e circolazione virale delle notizie di post-verità. Gli studenti hanno dimostrato grande interesse e sono rimasti soddisfatti per come si è svolta l’iniziativa nel suo complesso, esperienza che per loro ha rappresentato occasione di accrescimento culturale e che li ha fatti sentire orgogliosi non solo di essere cittadini italiani ma anche cittadini dell’Unione Europea intesa come comunità dei valori, dei diritti, dei doveri e delle opportunità.