“Miti ed eroi, amuri, canti e spiranza, nel Giardino delle Esperidi” in scena alle Fabbriche Chiaramontane

Dopo la brillante esperienza maturata nel mese di agosto con notevole successo di pubblico e critica presso il Giardino della Kolymbethra, torna in scena lo spettacolo realizzato dall’Associazione Culturale TeatrAnima di Agrigento dal titolo “Miti ed eroi, amuri, canti e spiranza, nel Giardino delle Esperidi”.

L’evento, che avrà luogo giovedì 13 ottobre, alle ore 19.00, nel suggestivo giardino delle Fabbriche Chiaramontane in Piazza San Francesco, nasce da una ricerca dell’Architetto Salvatore Di Salvo, artefice anche della regia e delle scene nonché Direttore artistico di TeatrAnima.  La rielaborazione dei miti verrà narrata con efficacia espressiva in un connubio originale tra racconto, teatro,  poesia, musica, canto e danza in un percorso tendente anche alla valorizzazione turistica del territorio con le sue ricchezze paesaggistiche ed agroalimentari.

La scena ospiterà le varie performances artistiche attraverso le interpretazioni di Salvo Preti e Giusi Urso per quanto riguarda la recitazione, i brani musicali eseguiti da Olga Begeza alla fisarmonica con il contributo vocale di Salvatore Di Salvo e i passi di danza di Claudia Frenda. Saranno eseguiti brani di Bella, Bregovic, Mazzone, Lautari, Rota, Kaballà, Formisano, Calì, Modugno, Esposito, Maglia e Profazio.

La storia mitologica verrà quindi raccontata in un viaggio ideale, apparentemente spensierato, che si snoderà tra i miti greci secondo autorevoli fonti tratte da autori quali Esiodo, Omero, Sofocle, Diodoro Siculo, Cicerone, Ovidio, Claudiano e Apollodoro.

Personaggi leggendari quali Zeus, Era, Kore, Persefone, Demetra, Ade, Athena, Poseidone, Ulisse, Penelope, le ninfe Esperidi, Eracle, Atlante, Fillide, Demofonte, Eros, Apollo e Dafne, saranno gli illustri protagonisti di un racconto fiabesco e poetico, politico ed ironico al tempo stesso, che narra del grano e delle stagioni, dell’ulivo, degli agrumi, del mandorlo e dell’alloro, oltre che della Sicilia con le sue varie suggestioni.  Tutte combinazioni armoniche ed appropriate le cui forme espressive vanno oltre il mero intrattenimento poiché le performances, che per il loro genere attraversano la cultura, possono essere assunte anche come strumento efficace per l’analisi della natura umana e del  sociale. Appuntamento pertanto da non perdere sia per gli amanti del teatro che per gli estimatori della musica, del canto, della danza e di tutte le arti in genere.

Articoli consigliati

Follow Me!