Akragas, crisi Gable. Tirri: “Non credo ci saranno problemi”

“Attendiamo notizie dalla Lega, ma non credo che ci saranno problemi”.

E’ quanto affermato dall’A.D. dell’Akragas, Peppino Tirri, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione, in ordine alle difficoltà finanziarie nelle quali verserebbe la società inglese Gable, la piccola compagnia di assicurazioni con la quale la società dei templi ha sottoscritto la fidejussione necessaria all’iscrizione al campionato di Lega Pro.

Gable holding, capofila del piccolo gruppo finanziario, batte bandiera di un paradiso fiscale caraibico, le Isole Cayman. La società che vende le polizze, invece, ha uffici a Londra ma la sede legale si trova a Vaduz, in Liechtenstein.

Dal 12 settembre scorso, la società ha annunciato l’intenzione di ritirarsi dalla Borsa inglese ed il suo titolo è passato da 24 a 2 sterline, perdendo il 90%.

Le squadre di Lega Pro interessate, oltre alla società agrigentina, sono Arezzo, Casertana, Fidelis Andria, Lupa Roma, Fondi, Maceratese, Mantova, Matera, Melfi, Messina, Modena, Olbia, Pordenone, Reggina, Santarcangelo, Siena, Siracusa, Taranto e Venezia.
L’elenco, secondo un dossier realizzato da L’Espresso, comprende anche Sampdoria e Bari.