L’Akragas centra la prima vittoria stagionale al termine di una gara difficilissima combattuta contro una squadra molto forte e ricca di elementi di grande esperienza e capacità tecniche.
Le reti biancazzurra sono state firmate da Zanini e Gomez.
Di Nzola la rete che ha illuso gli ospiti.

Raffaele Di Napoli ridisegna l’Akragas alla ricerca di un assetto che porti finalmente i primi tre punti in cassaforte.
Ne fa le spese, per così dire, il giovane Longo ed il mister si affida ad un insolito 4-4-2. Con il rientro di Russo sulla linea di difesa, sposta Zanini a centrocampo sfruttando le sue doti sulla fascia sinistra.
Ecco la formazione che scenderà in campo: Pane, Scrugli, Marino, Carillo, Russo, arrotta, Salandria, Pezzella, Zanini, Gomez, Cocuzza.
La Virtus Francavilla scende in campo con Albertazzi, Idda, Galù, Nzola, Galdean, De Angelis, Pino, Prezioso, Triarico, Abbruzzese, Abate.

Arbitra il signor Fiorini della sezione di Frosinone. Primo assistente Marcolin di Schio, secondo assistente Notarangelo di Cassino.
akragas-francavillaPrima dell’inizio, viene osservato un minuto di raccoglimento in memoria dell’ex presidente della Repubblica Azeglio Ciampi.
Gli spettatori presenti sono 1172, dei quali 430 abbonati.

LA CRONACA
3′ Prima azione pericolosa per la Virtus Francavilla con una doppia conclusione ribattuta in angolo.
Gli ospiti impostano bene, giocano il pallone “di prima”, l’Akragas dà l’impressione di essere nel pallone.

Al 10′ i biancazurri confezionano la prima occasione da gol: Pezzella innesca Salandria che mette la palla sul secondo palo dove Zanini arriva in ritardo.

Al 13′ Marino non arriva puntuale all’appuntamento col pallone sul primo tiro dalla bandierina.

Al 14′ Akragas in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla allontanata dalla difesa finisce a Zanini che controlla e dal vertice destro dell’area di rigore lascia partire un diagonale imprendibile per Albertazzi.

AL 18′ l’arbitro ammonisce Pino

Al 33′ la Virtus Francavilla vicina al pareggio con Abate che manca la deviazione decisiva a due passi dalla porta difesa da Pane.

Al 39′ l’arbitro ammonisce Abate e Carrotta per reciproche scorrettezze.
Al 46′ Cocuzza rimette al centro un esterno pericolosissimo che viene deviato in angolo dal portiere.
Ripresa al cardioplama per i biancazzurri che in due minuti, tra il 6′ ed il 7′ rischiano di capitolare su due conclusioni di Nzola che sbaglia clamorosamente con Pane ormai battuto.

SECONDO TEMPO
Al 14′ Virtus ancora pericolosa con Abate che calcia in porta ed una deviazione rischia di mettere ko Pane che con un colpo di reni si rifugia in angolo.

Nel momento migliore della Virtus arriva il raddoppio dell’Akragas. Al 17′ della ripresa Scrugli conquista palla a centrocampo e si invola saltando due avversari, il servizio per Cocuzza che innesca Gomez che calcia, palla sotto al portiere e Akragas avanti 2-0.

Al 30′ la Virtus accorcia le distanze, questa volta Nzola, lasciato solo in area di rigore, non sbaglia e supera Pane con un pallonetto.
Gli ultimi minuti sono un monologo del giocatori in maglia gialloblu che non riusciranno però, nonostante i 5 minuti di recupero decretati dall’arbitro, a ristabilire il match.
La vittoria è un toccasana per giocatori, società e ambiente che adesso dovrà preparasi alla difficile sfida di domenica prossima al Cibali di Catania.