Domenica 11 settembre a Ravanusa: dove sventola la bandiera dei Lions del Centenario?

Amici cari, Amici del Distretto 108 Yb, ma dove trovano tutto questo “Entusiasmo i Lions”; Beh!!! Se è vero che si vincono le guerre se si vincono le battaglie più importanti; Le nostre non solo sono Sante ma vengono portate avanti con in buoni propositi e le buone azioni, insomma il nostro linguaggio, certamente non violento, spesso si esprime con le parole,

ma molto più spesso con le buone azioni e le missioni di volontariato a vantaggio dei più deboli e ad esempio concreto, per coloro che hanno visto devastata la propria esistenza, così come è potuto succedere in pochi attimi, in una manciata di secondi a tanti fratelli del Centro Italia!!!

Arrivare a Ravanusa per chi proviene da Menfi è come attraversare la Sicilia; si percorre un bel tratto dell’ipotenusa di questa Trinacria; quest’isola meravigliosa, questo luogo che ha ispirato mille poeti e a dato linfa a mille cantori delle beltà, dei profumi e di tutto ciò che è riuscita ad esportare ben volentieri e per necessità.

Possono, allora, queste donne e questi uomini, che raggiungono all’ora convenuta la biblioteca comunale con un unico distintivo come stampato a fuoco nel cuore e nelle mani, riuscire a galvanizzare prima se stessi e poi tutti coloro che sperano nell’aiuto del Fratello o dell’Amico disinteressato o interessato solo a procurare bene e progresso?

Ravanusa, per me, è stata culla di tanti ricordi infantili e vedere in fondo allo stradone la Parrocchia Santa Croce, lì su in quella salita di basole di Catania e tra i bastioni, chiesa dietro la quale si andava, 50 anni fa, a giocare al pallone; che emozione in un attimo; emozioni che si affollano nella mente, perché ogni metro che percorri con la macchina l’hai fatto a piedi; e ricordo in modo chiaro che si andava di corsa; che spettacolo di ricordi; i circoli di altri tempi ancora esistono e da chi, oggi, saranno frequentati?

Ricordo nelle serate estive, tutti i divani in pelle messi fuori, lì per strada, Corso della Repubblica, dove mi è capitato di avere una accesa discussione con il padre di un mio coetaneo, ma che mi prese a simpatia (facitilu parlari lu carusu!) così affermò a chi tentò di bloccare l’irruenza verbale, seppur infantile, di chi per innocenza ed incoscienza non sa con chi si sta misurando; solo dopo tanti anni, era il 1985, ho rincontrato quella persona, sempre distinta, ma questa volta attorniato da tanti che lo guardavano e proteggevano a vista: non l’ho riconosciuto, mi ha riconosciuto dalla voce seppur ormai, la mia, era quella di un adulto; era il Presidente dell’ARS, ai tempi di Corso della Repubblica probabilmente Ministro di quella stessa Repubblica oggi forse troppo calpestata e sottovalutata.

Scusate la digressione e torniamo ad oggi:

Volevo ancora sottoporvi una riflessione spontanea e a mente serena, sulla giornata di domenica 11 settembre u. s., ancora, dico ancora un momento di impareggiabile e puro lionismo.

Quando il Presidente di Circoscrizione Antonio Garufo, anticipò tale data, per noi della ventiseiesima Zona, immediatamente e spontaneamente l’attenzione volò verso New York, le Torri gemelle, il Terrorismo dilagante; non pensavamo che in quella data tutti noi saremmo stati coinvolti da sentimenti contrastanti, ma compatibili, e per un Evento tragico, l’ennesimo che procura ferite profonde in tutti noi e si stratifica anche su altre analoghe, che l’hanno preceduto.

Non è stato facile contenere le emozioni e non è stato, da poco, ascoltare il Presidente del Club Lions di Amatrice – Comunità del Velino, Carlo Villani contattato a telefono e in viva voce, dal sempre dinamicissimo Delegato, al Lions Day dal Governatore Vincenzo Spata, Angelo Collura. Il territorio d‘interesse del Club include anche un altro comune terremotato e cioè: Accumoli. E quindi, in un lungo colloquio telefonico, tutti i Lions presenti dell’agrigentino hanno preso coscienza diretta di quanto sia importante essere vicini e tempestivamente alle comunità colpite e che non hanno risparmiato neanche questa Nostra provincia.

Va sottolineato altresì che il 31 agosto u.s. si sono celebrati i funerali delle persone decedute sotto le macerie ad Amatrice. Fra questi c’era il Presidente del Lions Club di Ciampino, Nicolò Piazza, 79 anni originario di Racalmuto per molti anni segretario comunale di Ciampino.

Nicolò, che si trovava ad Amatrice dove qualche giorno prima era deceduta la suocera, è morto sul colpo fra le macerie mentre la moglie Rita è stata estratta viva dai soccorritori ed è ancora ricoverata all’ospedale di Ascoli Piceno.

I bisogni di cui si occupano quotidianamente i Lions sono veramente tanti e, pertanto la giornata, pur avendo avuto questo livello di emotività, rappresentato anche dalla testimonianza di una Militare siciliana di origine di Ravanusa e nipote del Presidente di Zona 26 Daniela Cannarozzo, la quale ha dato un ulteriore contributo per la comprensione di una realtà ormai stravolta e che necessità di un veloce recupero alla normalità.

L’incontro voluto dal Presidente della IX Circoscrizione Antonio Garufo è stato un successo di presenze; tutti i Clubs della Circoscrizione rappresentati, e a turno, scandito dall’anzianità dei Clubs, Tutti i Presidenti hanno avuto modo di illustrare i programmi dei propri Clubs e far comprendere la direzione intrapresa e lo spessore della proposta lionistica; unico assente giustificato il Presidente di Agrigento Host, sostituito per l’occasione dal Segretario di Club.

Per come detto dopo una ampia ed esaustiva relazione introduttiva del Presidente della IX Circoscrizione e l’intervento dei Presidenti di Zona Cannarozzo e Sparacino, si sono dati staffetta sull’ambone dopo il Presidente Leo di Canicattì Alberto Cutaia i Presidenti di Clubs: Francesco Favetta LC Sciacca Terme, Giovanni Volpe LC Zolfare, Gaetano Salemi LC Agrigento Chiaramonte, Rosa Lupo LC Menfi, Loretta Abruzzo LC Sambuca Belice, Carmelo Pace LC Ravanusa Campobello, Giovanni Tinaglia LC Ribera, Agostino Balsamo LC Licata, Francesco Grisafi LC Sciacca Host, Giuseppe Vella LC Canicattì Castel Bonanno, Antonino Milazzo LC Canicattì Host, Luigi Ruoppolo Segretario del LC Agrigento Host.

Ad accogliere questo foltissimo numero di Lions, la biblioteca comunale, intitolata ad un poeta locale “Giuseppe Zagarrigo”; cosa altrettanto importante l’accoglienza ed il messaggio di saluto dati dal Sindaco Carmelo D’Angelo.

Un copione perfetto, Manifestazione Lions in una sede pubblica, il Capo dell’Amministrazione comunale presente, la Segretaria di Circoscrizione Carola De Paoli impeccabile, tantissimi Officers, tra cui i tre delegati del Governatore, Giuseppe Mauceri, Vito Favetta e Angelo Collura; tutte vecchie conoscenze del Lionismo questi ultimi in quanto già Presidenti di questa Circoscrizione e l’ottimo Lions Favetta, tutti con incarichi prestigiosi.

Il Presidente di Circoscrizione ha puntualizzato e fatto presente il primo impegno e cioè quello dato della prima tappa del Lions Day che parte anche quest’anno dalla provincia di Agrigento e quindi dalla Nostra IX Circoscrizione. Tra gli Officers presenti diversi nomi importanti del Lionismo comeGiovanni Zappulla; non sono mancati interventi di pregio particolare e perfettamente in linea con i dettati canonici dati dal Distretto e dal Multidistretto, ridotto al minimo il “pourparler”.

Hanno fatto coro e non certo di riempimento le due quote rosa impegnate con le Zone 26 e 27; la sintesi e la lucida trasposizione dei concetti Lionistici sono stati puntualmente “attesi” dalla dinamica e preparata Daniela Cannarozzo della Zona 26 che ha già saputo accordare, come strumenti, ciò che desidera diventi una sinfonia lionistica e le ha fatto eco una intraprendente, attiva e onnipresente Anna Sparacino della Zona 27, anche lei impegnatissima e saldamente al timone del territorio di Sua competenza.

Come detto: buona la prima per i Presidenti, tutti molto attenti e visibilmente preparati all’incontro che chiaramente non è stato improvvisato ma curato nei dettagli, come tessere ben poste e che hanno completato un mosaico che conferma gli apprezzamenti finali, dati a piene mani, dal Presidente di Circoscrizione Antonio Garufo.

Con queste battute di ringraziamento ha chiuso la splendida giornata il Presidente della IX Circoscrizione Antonio Garufo rivolgendosi alla platea, e all’intero Staff Costituito dai Presidenti di Zona ai Presidenti di Clubs per il sostegno, l’impegno, la passione e l’orgoglio che ogni giorno gli hanno trasmesso, per adempiere al meglio la Nostra nobile missione. Si è altresì soffermato a ringraziare gli accompagnatori che sono sicuramente il segreto del successo che avrà il Lions in prima linea e l’impeccabile Vice Cerimoniere Distrettuale Filippo Salvato