Renzi ad Agrigento per firmare il “Patto per il sud” (Foto di Salvatore Pisciotto)

Il premier Matteo Renzi è arrivato al tempio della Concordia nella Valle dei Templi ad Agrigento per siglare il patto per il Sud con la Regione siciliana. Renzi è accompagnato dal presidente della Regione Rosario Crocetta e dal sindaco di Agrigento Calogero Firetto.

Nella Valle dei Templi, il premier Matteo Renzi ricorda le forti parole di Giovanni Paolo II pronunciate da qui contro la mafia. “Allora avevo 18 anni – ha detto – e nei fui segnato. Di li’ a poco la violenza mafiosa si abbatte’ su Firenze. Questo luogo ha un significato profondo. E’ un luogo valori e della civilta’, da cui deve arrivare ancora forte un messaggo contro la criminalita’ organizzata. Forte e’ anche il messaggio e l’impegno di ciascuno di noi in questa fase. Condivido il senso di stupore e meraviglia di questo luogo. Il tempo richiede di tenere insieme la forze della nostra storia e dei nostri ideali, dei noi nostri valori e il desiderio di futuro”.

Riferendosi alla firma del “Patto” Renzi ha aggiunto: “La paura è un elemento costitutivo del nostro tempo. Scegliere di firmare il patto ad Agrigento, significa dire che questi 2.600 anni di storia, non sono scenografia. È una sfida per il futuro. Noi non dobbiamo temere la grande sfida di contemporaneità. Quando lo scorso anno, nel mese di agosto, abbiamo proposto il master plain, abbiamo avuto presente che intendiamo far sì che l’elenco di cose da fare sia frutto di una visione. Nascono così i quindici patti per il sud. Sono felice di firmare per il sud, più di cinque miliardi, soldi che possono essere monitorati e controllati. Dobbiamo spendere in modo trasparente. Questa dimensione del progetto è forse quello che è mancato nel passato”.

“Il prossimo anno l’Italia ospiterà i sessant’anni dell’Ue, il G7 si terrà in Sicilia: è fondamentale che si faccia qui perché quando sono andato a Bruxelles ho sentito la parola Sicilia associata alla mafia. Abbiamo deciso di farlo qui perché i potenti vedano la bellezza di questa terra” ha concluso Renzi.

Il governatore siciliano Rosario Crocetta, ha annunciato che già lunedì trasmetterà a tutti i sindaci l’elenco di tutte le opere finanziate dal Patto per il Sud. Non c’è un comune che non ha avuto finanziato un’opera a secondo delle priorità e la programmazione. I protagonisti di questi cantieri saranno i sindaci”.

Dopo il premier ha preso la parola anche il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, annunciando la scoperta del teatro greco nella valle: “Qui davanti a noi pare sia stato trovato l’antico teatro di Akagras, a ottobre inizia una nuova campagna di scavi nella Valle dei Templi. Nel 2020 potremo festeggiare perché Agrigento ritrova il suo teatro” ha detto Firetto.