Akragas, primo bilancio con mister Di Napoli

L’Akragas chiude la prima settimana di preparazione allo stadio Esseneto che sarà teatro del resto del precampionato. Dopo il diniego del Catania ad utilizzare Torre del Grifo, la società akragantina non si è certo strappata i capelli ed ha deciso di effettuare gli allenamenti  in sede.

Di questo argomento e di altro, ha parlato oggi l’allenayore Raffaele Di Napoli incontrando i giornalisti: “Allenarsi qui non è un problema – ha dichiarato in conferenza stampa mister Di Napoli -. Ritengo che sia importante il recupero e l’alimentazione. La società ci ha messo a disposizione un albergo che ci fa riposare bene. E’ importante stare qui perché i giocatori capiscano quali sono i sacrifici da fare. Voglio che imparino a “volare basso”. La società ci sta mettendo a disposizione tutto quello che occorre.Non voglio andare in giro a peregrinare per i ritiri. Chi viene qui, è bene che capisca sbito l’importanza di questa maglia”.

 Di Napoli ha anche parlato della prima settimana di lavoro: “Intanto voglio ribadire che Sono lusingato di essere l’allenatore dell’Akragas, sono tornato in un posto dove ho lasciato bellissimi ricordi. Abbiamo fatto una prima settimana di lavoro, improntata molto sulla mentalità da acquisire. Ho trovato una grande disponibilità da parte dei giocatori, io e il mio staff siamo molto esigenti. Ringrazio la società per ció che sta facendo”.

La squadra si è allenata per tutta la settimana a porte aperte: “Sono contento del calore dimostrato finora dai tifosi, hanno apprezzato i sacrifici che la società sta facendo”.

Ad oggi, Di Napoli conta su circa  23 giocatori a disposizione, ma il tecnico lavora quotidianamente con Almiron, Catania e l’amministratore Tirri per migliorare questo organico. L’oniettivo è quello di allestire  una squadra degna di questa categoria. 

“Mi ha impressionato il gruppo  per la disponibilità che mi ha dato – ha sottolineato il miater -, stanno lavorando con grande sacrificio. In questa fase di precampionato c’è da fare tanto lavoro, sono contento che i giocatori mi seguono. Ci sono giocatori importanti come Marino, Scrugli, Cocuzzi, Thaigo, faranno da traino per questi giovani. Mi aspetto sempre il massimo da loro. Sono contento che Ciccio Salandria rimanga con noi, si sta sacrificando e sono convinto che per loro quest’anno arriverà la consacrazione. Spero di adoperarmi e dar loro i consigli giusti per ottenere il massimo

La cosa importante che voglio da questo gruppo è la determinazione e la cattiveria agonistica. Dopo una settimana di lavoro abbiamo collegato le nostre frequenze”.

Il lavoro di scouting continua senza sosta: “Quotidianamente ci confrontiamo con lo staff tecnico. Chi viene qui deve integrarsi in un progetto e stiamo cercando giocatori adattabili al nostro progetto. Questo è un campionato che richiede qualità tecniche, morali, umiltà e penso che la società si sta muovendo bene. Pasquale Pane sta bene fisicamente, l’anno scorso ha avuto un problema al ginocchio ma ha recuperato. È un giocatore che ha sfiorato la B, quando lo abbiamo cercato si è messo subito a disposizione. Stiamo valutando molti giovani che attialmente si allenano con noi, con il mio vice Criaco stiamo lavorando per capire se possono fare bene con noi.

Mi dispiace non avere ancora a disposizione Fabio Aveni, questo infortunio lo ha condizionato forse anche a livello mentale. Spero di recuperarlo il prima possibile, credo che anche per lui potrebbe essere un anno importante”.

Intanto, probabilmente in giornata, è atteso ad Agrigento l’esterno d’attacco Francesco Salvemini. Arriva dalla Ternana e lo scorso anno ha giocato nel Messina.

“Salvemini sta arrivando – ha confermato Di Napoli – èun ragazzo che l’anno scorso ha giocato circa 15 partite, lui ha chiesto alla sua società di giocare con me. Può fare l’esterno o l’attaccante centrale. Ho visto anche qualche video di Bruno Pezzella, mi ha impressionato come recuperatore di palloni. Se riesco a mettere due mastini al suo fianco, portiamo grande qualità in avanti”.

Martedì l’Akragas terrà un allenamento congiunto con l’Equipe Sicilia allenata da Ciccio Di Gaetano, a chiusura della prima settimana di lavoro martedì alle 16, allo stadio Esseneto.