Stadio Esseneto all’Akragas. Spataro: “Sulla convenzione ritardo incomprensibile e dannoso”

“Chi ha responsabilità di governo proceda ad un controllo serrato sulla macchina burocratica municipale e sull’attività gestionale dei dirigenti”.

Il consigliere comunale del gruppo “Uniti per la Città”, Pasquale Spataro, critica l’immobilismo dell’Ufficio competente, reo di non avere ancora trasmesso alla Presidenza di Aula Sollano la proposta di delibera per l’affidamento dello stadio Esseneto all’Akragas.

“E tutto questo diventa più grave – sottolinea Spataro – dal momento che c’è già uno schema di convenzione, regolarmente approvato dalla giunta, con la quale è stato tutto definito: si concede al club biancazzurro la struttura per 9 anni e sei mesi e in cambio la società realizzerà, a proprie spese, l’impianto di illuminazione, necessario per potere disputare tra le mura amiche la prossima stagione in Lega Pro. Ritardare la definizione della pratica – osserva Spataro – significa complicare seriamente il cammino futuro del sodalizio e della squadra e mortificare la dignità sportiva di un’intera città. Non comprendo cosa possa ostacolare questo normale iter. Sarà mia cura nelle prossime ore – conclude Spataro – approfondire la questione e se è il caso di intervenire sia come Consigliere Comunale che nelle vesti di Presidente della Commissione Sport. Il Sindaco e l’Assessore al ramo si facciano sentire presso il settore di competenza e sollecitino energicamente chi di dovere a fare presto. Altrimenti si renderanno complici del clamoroso flop”.