L’Akragas non si ferma più. Battuta la Paganese, salvezza più vicina

L’Akragas conquista meritatamente la sesta vittoria consecutiva dall’arrivo di Pino Rigoli sulla panchina. Un record positivo, insperabile fino a qualche mese fa, dopo la devastante serie negativa dell’era Legrottaglie. Acqua passata, ormai, l’Akragas di oggi è ben altra cosa.

In una giornata condizionata dal forte vento, la zampata di Di Piazza al 26′ del primo tempo, ha risolto una gara giocata con la solita accortezza dagli uomini di Rigoli. Fondamentale la riconquistata forma di Vicente (per noi il migliore in campo) e l’innesto di Dyulgerov: i due hanno costruito una diga insormontabile anche per il capocannoniere del campionato.

Anche oggi decisivo Maurantonio sull’unico tiro nello specchio della porta della Paganese.

LA PARTITA
14′ L’Akragas si distende in avanti, Di Grazia serve Madonia che conclude debolmente.

Al 23′ Salandria è il primo a finire sul taccuino per un fallo su Della Corte.

Al 26′ l’Akragas va in vantaggio, Di PIazza controlla in area, si difende dal contrasto di Sirignano e deposita la palla all’angolino alla destra del portiere Marruocco.

Al 41′ si registra la prima occasione da gol per la Paganese: è il bomber Caccavallo che dal lato destro dell’area di rigore impegna Maurantonio che si salva in angolo.

Al 43′ Salandria commette un fallo si Cicerelli, ma l’arbitro ammonisce Dyulgerov intervenuto nel contrasto. Una autentica svista arbitrale.

All’inizio della ripresa Grassadonia manda in campo De Vita al posto di Cicerelli.

Al 9′ Madonia servito dal fondo da Salandria, svirgola la conclusione, la palla finisce sui piedi di Di Grazia ma la sua conclusione è ribattuta dalla difesa.

Al 16′ Maurantonio compie un miracolo sul tiro di Deli, la palla finisce lentamente a pochi centimetri dal palo.

Al 25′ il primo cambio per l’Akragas. Madonia cede il posto ad Aloi.

Al 35′ Cristaldi rileva DI Piazza, mentre tra i campani, spazio per Corticchia che subentra al posto di Palmiero.

Al 40′ Grassadonia prova l’ultimo innesto mandando in campo Tommasone al posto di Guerri; Rigoli è invece costretto a rinunciare a Dyulgerov, infortunato al polpaccio. Al suo posto entra Candiano.

Al 47′ l’Akragas non sfrutta un’indecisione di Tsouka in area di rigore e Marruocco blocca a terra la conclusione di Candiano.

Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro manda tutti a casa.

L’Akragas infila la sesta vittoria consecutiva, la salvezza è più vicina.

LE FORMAZIONI
Akragas: Maurantonio, Salandria, Grea, Vicente, Muscat, Marino, Dyulgerov, Zibert, Di PIazza, Madonia, Di Grazia.
All. Pino Rigoli

Paganese: Marruocco, Della Corte, Bocchetti, Palmiero, Sirignano, Tsouka, Deli, Guerri, Cicerelli, Caccavallo, Cunzi.
All. Grassadonia

2000 spettatori