Home Dai Comuni Agrigento Confini, nota dell’ing. Francesco Picone

Confini, nota dell’ing. Francesco Picone

293 views
0

Riceviamo e pubblichiamo

“Un gran lavoro svolto dalla Commissione Consiliare VI che mi sono onorato di presiedere per circa 2 anni (dal giugno 2012 all’aprile 2014), nella precedente Consiliatura.
Senza il contributo di ciascun componente della commissione non si sarebbe potuti addivenire alla giornata odierna, che ha segnato un altro passaggio fondamentale per la risoluzione di un’annosa vicenda che si trascina da quasi trent’anni.
Sin dall’insediamento del 2012 ci siamo adoperati sinergicamente con l’omologa commissione di Favara, raggiungendo un accordo che ai più appariva impossibile, e che oggi funge, invece, da tassello per il raggiungimento del risultato finale: dare dignità a più di mille cittadini favaresi, consentire che una zona prettamente abitata da aragonesi venga annessa al Comune di Aragona e, soprattutto (permettetemi), consentire alla città di Agrigento di entrare per la prima volta ed a pieno titolo all’interno della zona industriale (attualmente la città di Agrigento non detiene nemmeno un metro quadrato di zona industriale).
Finalmente la proposta di delibera, comprensiva di tutti gli elaborati progettuali, è pronta per il passaggio in Aula nei tre Consigli Comunali e sono sicuro che l’esito sarà positivo data l’estrema importanza del caso.
A tal uopo, è doveroso un ringraziamento all’Ufficio SIT del Comune di Agrigento, che ha coordinato gli uffici tecnici dei tre Comuni, mettendo su carta l’idea progettuale pattuita tra le commissioni consiliari.
Ringrazio il Sindaco per avermi voluto al suo fianco in questa importante giornata e, nonostante io non ricopra più alcuna carica all’interno dell’Assise Comunale (purtroppo non sono stati sufficienti le 344 preferenze ottenute), rimango a disposizione, con il mio modesto contributo, per cercare di concludere il virtuoso percorso intrapreso, magari prima della primavera del 2017 (era l’obiettivo prefissatoci come commissione consiliare).”