Il Mercante consiglia… “Olga di carta” di Elisabetta Gnone

Chi non si è sentito, almeno una volta nella vita, inadeguato, vulnerabile, indifeso? E’ come se tutto il mondo, ad un tratto, fosse popolato di mostri imbattibili, che riempiono il cuore di paura e sensi di colpa. Ma l’inadeguatezza e la vulnerabilità non sono mostri: sono presenti in ciascuno di noi, ci permettono di condividere le emozioni, ci rendono diversi gli uni dagli altri. Nella storia di Olga la vera forza sta in tutto ciò che ci rende veramente umani: la differenza, l’imperfezione, la sensibilità e la delicatezza.
UNA STORIA DAI VALORI UNIVERSALI PER TUTTE LE ETA’
Tutti sanno che Olga ama raccontare le storie, e quando attacca un nuovo racconto, la gente si mette ad ascoltare. Quella bambina di undici anni è uno dei passatempi più graditi del paese. Olga e le sue incredibili storie che lei giura di averle vissute personalmente.
Un giorno, per consolare un bambino dal carattere fragile, Olga raccontò la storia di una bambina di carta che non voleva più essere di carta ma una bambina in carne e ossa, così andò via dal suo villaggio per chiedere ad una maga di farle questa magia.