La Fortitudo ritrova la vittoria al PalaMoncada. Saccaggi super, Tortona fermata

La Fortitudo torna alla vittoria casalinga e si riporta in testa al campionato fermando la serie positiva di Tortona. 86-80 il punteggio finale con un’altra maiuscola prestazione di Andrea Saccaggi che mette a segno 30 punti, il migliore del match.

finale fortitudo tortonaLA GARA
Tortona inizia bene, il pressing e’ altissimo e mette in difficoltá la manovra degli uomini di Ciani che subiscono un parziale di 13-5 con Marks, Garri e Brooks che mettono a segno alcune triple pesanti.
La Fortitudo prende presto le misure agli avversari e ribalta il punteggio chiudendo il primo quarto avanti 22-18.

Il secondo quarto ricalca l’andamento del primo con Tortona che azzera lo svantaggio.
Si va al riposo lungo sul 39 pari.

Nel terzo quarto Ciani alterna al ruolo di play Evangelisti e Saccaggi, Tortona perde il capitano Simoncelli (5 falli) e la Fortitudo vola a +10 chiudendo avanti 68-58.
All’inizio dell’ultimo quarto inizia la rimonta di Tortona che in quattro minuti si riporta in parità.

Al Palamoncada si soffre, Martin non approfitta di un fallo tecnico fallendo i due tiri liberi a disposizione e gli ospiti si portano avanti 80-78.
Toccherá anche questa volta ad Andrea Saccaggi togliere le castagne dal fuoco. Suoi gli ultimi otto punti della partita che consegnano la vittoria alla Fortitudo per 86-80.

IL POST GARA

“Stasera abbiamo dato il massimo come intensità e in difesa, a parte qualche canestro che abbiamo lasciato a loro un po’ per stanchezza, ma siamo stati davvero bravi e poi con un Saccaggi come quello di questa domenica non si può che vincere” – dichiara Evangelisti in conferenza stampa – in tanti anni di gioco posso dire che lo spirito di questa squadra non è facile da trovare”.
“La prima partita in casa non è stata giocata in maniera consona alle nostre abitudini – ha detto coach Ciani -, oggi invece abbiamo fatto davvero molto bene. Ci siamo ritrovati anche nel terzo quarto con la volontà di allungare e ci siamo rimessi in rotta subito sotto il profilo mentale, giocando al massimo la nostra partita. Oggi stiamo affrontando un processo di rielaborazione del sistema di gioco, per i mesi che dovremmo affrontare senza Piazza, senza perdere però la filosofia di base e creare confusione. Direi che c’è grande volontà e applicazione da parte di tutti e questo mi conforta.”
E riguardo l’assenza di Piazza: “Il problema del playmaker ha angosciato più gli altri che noi, sinceramente, abbiamo di certo cercato delle soluzioni anche perché non gioca sempre Saccaggi come playmaker, anzi, cerchiamo di risparmiarlo e lo utilizziamo in modo diverso. Vogliamo diversificare le scelte a seconda gli avversari che avremo davanti, senza avere un solo riferimento, perché credo questa sia la strada migliore per sfruttare le capacità dei nostri giocatori.”
“Abbiamo dichiarato all’inizio dell’anno che l’obiettivo sarebbe stato quello di fare un percorso verso i playoff più solido, arrivando ad accedervi da una posizione migliore, stando nelle prime quattro o cinque posizioni per tutto l’anno. Questa vittoria è espressione di una grandissima mentalità della squadra e qualità dei nostri giocatori ma non sposta le valutazioni ad inizio anno ma certamente vogliamo essere una delle protagoniste di questo campionato”, chiude coach Ciani.
Fortitudo Moncada Agrigento-Orsi Tortona 86-80 (22-18; 39-39; 68-58)
Fortitudo Moncada Agrigento: Cuffaro ne, Martin 12 (3/6, 1/1, 3/7 tl), Evangelisti 19 (4/8, 2/6, 5/5 tl), Vai 3 (1/2 da tre), Chiarastella 9 (3/6, 0/1, 3/4 tl), De Laurentiis (0/2 da tre, 0/2 tl), Saccaggi 30 (3/3, 6/9, 6/6 tl), Morciano, Visentin ne, Eatherton 13 (6/9, 1/1 tl). All. Ciani
Orsi Tortona: Spissu 10 (1/6, 2/4, 2/2 tl), Reati 11, Bianchi 6 (1/3, 1/2, 1/2 tl), Marks 16 (5/7, 2/6, 0/1 tl), Simoncelli 2 (1/1), (1/3, 3/6), Garri 10 (2/5, 2/4), Maghet ne, Antonietti ne, Ammannato 11 (3/5, 0/3, 5/6 tl), Brooks 14 (5/7, 0/2, 4/4 tl). All. Cavina