Lega Pro, l’Akragas si complica la vita. Soffre ma vince, adesso è seconda in classifica

L’Akragas conquista soffrendo al terza vittoria consecutiva e sale al secondo posto in solitaria alle spalle della Casertana.
2 a 1 il punteggio finale in virtù delle reti realizzate da Madonia (nella foto) al 39’ del primo tempo, da Di Piazza al 10’ della ripresa e da Croce, per gli ospiti, al 71’.
Un’ottima Akragas per almeno 70 minuti che ha sprecato tanto e si è ritrovata a soffrire fino al 96’ minuto l’arrembaggio del Monopoli.
Per i biancazzurri una grande iniezione di morale con la necessità di recuperare in fretta le energie in vista della gara di domenica contro la Fidelis Andria, la prima all’Esseneto.

LA CRONACA
Primo tempo
Solita fase di studio iniziale che vede il Monopoli tentare di aggirare l’ottima difesa dell’Akragas senza che Maurantonio corra grossi pericoli. Con il passare dei minuti, i biancazzurri iniziano a prendere il pallino del gioco e non consentono agli avversari di organizzarsi per ripartire.
Il primo brivido per Pisseri arriva al 10’ minuto quando un tiro improvviso del capitano Capuano sfiora il palo alla sua sinistra.
Da rivedere, al 15’ minuto, l’azione di Di Piazza fermato dall’arbitro per un sospetto fuorigioco. Inutile la sua conclusione a rete.
Al xx il Monopoli va vicinissimo al gol, ma Rosafio liscia clamorosamente il pallone a meno di 7 metri dalla porta.
Il pericolo scuote ulteriormente gli uomini di Legrottaglie che riprendono a macinare azioni da rete ma le conclusioni terminano sempre oltre la traversa.
Al 39’ Madonia porta in vantaggio i suoi: prima scambia con Zibert che dal fondo rimette la palla al centro, la deviazione di un difensore diventa un assist per l’ex attaccante del Trapani che da pochi metri non sbaglia.

Secondo tempo
L’inizio del secondo tempo ricalca la pria frazione di gioco con l’Akragas pericolosissima con Di Piazza che, a tu per tu con il portiere, riesce (come era accaduto contro l’Ischia) a mandare al lato.
L’attaccante si riscatta al 10’ del secondo tempo: servito sul filo del fuorigioco da Zibert, supera il portiere e di sinistro deposita la palla nel sacco.
Il bomber potrebbe portare a tre le reti biancazzurre ma sulla conclusione al volo stavolta Pisseri è reattivo e respinge sulla linea.
L’Akragas sembra avere ormai il pallino del gioco ma il Monopoli ritorna in partita al 71’. Croce finalizza un’azione di contropiede con la difesa biancazzurra un po’ distratta e forse convinta di aver già portato a termine il compito. Sul tiro del numero 9 biancoverde, Mauroantonio può solo sfiorare.
Un minuto dopo crolla a terra in area Gambino su un intervento dubbio di Capuano, ma rimedia l’ammonizione. Il Monopoli ci crede ed insiste, l’Akragas sembra perdere fiducia e forza.
All’88 l’Akragas subisce il pareggio ma la rete di Croce, viene annullata per un precedente fallo su Capuano.
Gli ultimi minuti sono di assoluta sofferenza per gli uomini di Legrottaglie che sembrano aver speso tutto. Dopo 6’ di recupero l’arbitro manda tutti sotto la doccia. L’Akragas è seconda in classifica