Impresa Andria a Lecce, “Via del Mare” espugnato. Rissa finale

Impresa della Fidelis Andria, matricola in Lega Pro, che si permette di espugnare il “Via del Mare” di Lecce imponendosi sui quotatissimi e caricatissimi “lupi” con il risultato di 3 a 1 davanti a 13mila spettatori.

Immaginabile la delusione del popolo giallorosso alla prima pesante sconfitta in campionato. Le aspettative dei tifosi leccesi, dopo anni di calvario, una sontuosa campagna acquisti che ha potenziato ulteriormente una corazzata, erano ben altre.

Ospiti in vantaggio al primo affondo: cross dalla sinistra, Onescu sbuca sul secondo palo e fa secco Benassi con un destro al volo sotto la traversa.
Il raddoppio arriva al 25′ con Grandolfo, che partito sul filo del fuorigioco, supera il portiere con un rasoterra mancino di rara precisione.
Il Lecce riesce ad accorciare soltanto al 65′ con Moscardelli e l’assalto finale produce invece l’occasione del terzo gol per i biancazzurri.
Alla rete di Strambelli (94′), su rigore, finisce l’incontro ed inizia la rissa.