Akragas, primo acquisto ufficiale. Ha firmato il portiere Roberto Maurantonio

L’Akragas prepara la squadra che disputerà il campionato di Lega Pro, iniziando dal portiere.
Questa mattina, mentre i presidenti Giavarini e Alessi presentavano il nuovo tecnico, Nicola Legrottaglie, negli uffici di segreteria dello stadio, Roberto Maurantonio, firmava il contratto.
“Sono sorpreso – ha detto Maurantonio ai suoi nuovi tifosi dal manto erboso dell’Esseneto – sono stato fortunato ad essere presente qui oggi. Quando ho ricevuto la chiamata non ho avuto dubbi ed ho immediatamente accettato. Spero di dare il mio contributo”.

CHI E’ ROBERTO MAURANTONIO

Classe 1981, cresciuto nelle giovanili del Bari, debutta come portiere titolare in Serie D, con Locorotondo e Martina: con quest’ultima squadra ottiene due promozioni consecutive (in Serie C2 nel 2001 e in Serie C1 nel successivo campionato), segnalandosi come uno dei migliori portieri della categoria. Nell’estate 2002 viene acquistato dall’Ascoli, in prestito con diritto di riscatto. Riserva di Sebastián Cejas, esordisce in Serie B totalizzando 3 presenze in campionato; a fine stagione non viene riscattato, e torna al Martina dove è ancora relegato al ruolo di riserva, questa volta di Antonio Narciso.

Nel gennaio 2004 torna a titolo definitivo all’Ascoli; nel campionato di Serie B 2004-2005, concluso con l’eliminazione ai play-off e il successivo ripescaggio nella massima serie, Maurantonio disputa 13 partite, dividendo il ruolo di titolare con Davide Micillo e Ferdinando Coppola. A fine stagione ceduto alla Virtus Lanciano, formazione abruzzese di Serie C1: vi rimane per due annate, di cui solo la prima da titolare, mentre nella seconda si alterna con Enrico Guarna. Nel 2007, a causa del mancato versamento di alcune fideiussioni, ottiene lo svincolo dagli abruzzesi e torna in Serie B, ingaggiato dal Piacenza come vice di Mario Cassano. Rimane in Emilia per tre stagioni, sempre come portiere di riserva (prima di Cassano e poi di Christian Puggioni), totalizzando complessivamente 9 presenze in campionato.

Nel 2010, alla scadenza del contratto, rimane svincolato, e si allena per un breve periodo con il Bari; nel gennaio 2011 torna per la terza volta all’Ascoli, ingaggiato come riserva di Enrico Guarna (già suo compagno a Lanciano) dopo l’infortunio di Achille Coser. Viene riconfermato anche nelle due annate successive, e nel gennaio 2013, con la cessione di Guarna allo Spezia, viene promosso titolare della formazione marchigiana. Il 30 giugno 2013 rimane svincolato e il 22 luglio seguente parte per il ritiro dei calciatori svincolati a Coverciano, organizzato dall’Associazione Italiana Calciatori. Il 19 settembre successivo firma per il Grosseto, militante in Lega Pro Prima Divisione. Il 3 ottobre 2014 viene ingaggiato dal Carpi, in Serie B, dove ritrova Castori che lo aveva allenato ad Ascoli.