Grotte, conferita cittadinanza onoraria al magistrato antimafia Nino Di Matteo

Il Comune di Grotte, su proposta del consigliere ed ex vice sindaco, Piero Castronovo, ha deliberato, all’unanimità, conferirà la cittadinanza onoraria al magistrato Nino Di Matteo.

In occasione dell’evento sarà confezionato uno striscione da esporre sulla facciata del Municipio. Sono state dunque accolte le richieste di Salvatore Lo Presti, giovane attivista del movimento “Agende rosse”.

E il presidente del Consiglio comunale, Antonio Carlisi, afferma : “E’ importante la sollecitazione che il cittadino fa all’istituzione, perché questi magistrati a rischio fanno il loro dovere con una forte dose di coraggio e non vanno lasciati soli: la solitudine uccide. La storia amministrativa di Grotte è una storia di persone perbene che hanno camminato sui due binari della legalità e della legittimità: mai il nostro Comune è stato lambito da sospetti”.

Di Matteo sarà a Grotte prossimamente sia per ricevere il conferimento delle cittadinanza onoraria sia per presentare il suo libro “Collusi”, scritto insieme al giornalista Salvo Palazzolo”.