Elezioni Agrigento. Marcolin, buona la prima

TERZO CON QUASI IL 10% a 5 PUNTI DA ALESSI SOSTENUTO DA TRE DEPUTATI

Non riesce a raggiungere la soglia del 5% che gli avrebbe permesso, con la lista “Noi con Salvini” di entrare in consiglio comunale, ma l’avere superato il 9%, nella corsa alla carica di sindaco di Agrigento resta, per Marco Marcolin, un dato di rilievo : con 2574 si è infatti piazzato al terzo posto e precedendo candidati sicuramente più radicati di un leghista nel territorio.

Rammarico, quindi per non avere conquistato un seggio in consiglio, ma sicuramente soddisfatti per i quasi 2 mila e 600 voti ricevuti da Marcolin.

Il parlamentare leghista sperava in un risultato migliore. Ma non dovrebbe sfuggire all’analisi un dato di non poco conto: l’avere raggiunto quasi il 10% – a poco più di 5 punti percentuale da Silvio Alessi, non dimentichiamo presidente dell’Akragas – che aveva dietro Forza Italia ed il Pdr ed il Patto per il territorio, con un deputato nazionale, un ex europarlamentare ed un deputato regionale – alla prima uscita non è un risultato da buttare. Anzi – dicono i suoi più stretti collaboratori – è un risultato dal quale partire per fare sempre meglio.

Ma lui, che dice, come l’ha presa?

“Vuol dire che gli agrigentini – dice Marcolin – sono felici di come sono stati governati sino ad ora”.

“Ho avuto in lista trenta persone meravigliose, li devo ringraziare ad uno ad uno, sono stati capaci e caparbi. Ma eccezionali sono stati quanti sono stati acanto a me in questa campagna elettorale.

“Peccato – aggiunge ancora – qui c’era l’opportunità di dare un colpo di spugna alla vecchia politica…ma se non vogliono cambiare pazienza”.

Il movimento “noi con Salvini” cercherà ora di radicarsi con più forza nel territorio, in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.