Mamma mia, che Fortitudo. Battuta Torino 89-76

La Fortitudo non vuol smettere di stupire  e vince meritatamente gara 2 in casa del Torino, ricalcando ciò che era già avvenuto nei quarti contro Verona.

Adesso più che mai, con due gare da giocare in casa si può realmente sognare un incredibile epilogo per la stagione di questa squadra sulla quale gli esperti non avrebbero scommesso un “penny”.

A proposito di Penny, l’uomo che nella gara di domenica aveva giocato sotto tono, Williams, oggi è stato il miglior realizzatore con 20 centri. Dudzinski che ha giocato soltanto 22 minuti, ne ha realizzati 18. Una vittoria del gruppo, così come ha voluto chiarire Piazza nel post partita.

“Dovevamo giocare così – ha detto Piazza ai microfoni di Sky – venerdì avremo una grande finale davanti alla nostra gente. Nessuno, al di fuori delnostro spogliatoio, avrebbe pensato che saremmo arrivati a questo punto. Vogliamo vincere, non so da giocare quante finali potrò giocare, dobbiamo stare sempre sul pezzo ed avere fame di vittorie” ha concluso Piazzino.

“C’è un gruppo straordinario, che crede sempre di poter vincere, un gruppo orgoglioso che in pochi giorni si è radunato per recuperare le energie. Siamo stanchi perché stiamo giocando tantissimo ci teniamo a fare bene, Alessandro è la nostra anima ma credo che sia stata ancora la vittoria del gruppo. Riusciamo a trovare nell’arco di una partita un protagonista diverso e questo credo vada ascritto al merito dei ragazzi. Per avere il merito della partita e per giocare alla pari con Torino e vincere a Torino dobbiamo giocare con aggressività andando anche incontro a qualche fallo. E’ a quel punto che ricorriamo al gruppo”.

Adesso la testa è già a venerdì e a domenica, quando il PalaMoncada ospiterà gara 3 e gara 4. Il verdetto finale è in sospeso ma il pubblico agrigentino sa come spingere i suoi campioni.