Fondazione O’ Scià organizza a Lampedusa Science for life

L’impegno di Claudio Baglioni per Lampedusa prosegue. Dopo un decennio di successi e concerti che hanno portato il nome dell’isola in tutto il mondo, sta creando quello che da sempre è il suo sogno: fare di Lampedusa la Capitale mondiale della Scienza e dell’Arte. L’artista romano insieme alla sua compagna Rossella Barattolo, che è presidente della fondazione O’ Scià, ha infatti organizzato un evento internazionale, Science for life, in corso sull’isola fino al 25 maggio.
“La musica è scienza per il cuore – spiega Rossella Barattolo – e per noi, la scienza è musica per la mente. L’evento
interdisciplinare che abbiamo organizzato prevede una serie di incontri, dibattiti e workshop che saranno il cuore di questo
appuntamento. Una manifestazione che rappresenterà il battesimo di Lampedusa come capitale della scienza e della pace”. Il
progetto, che ha il patrocinio del Parlamento europeo, oltre ad ospitare alcune sessioni scientifiche, tratterà tematiche
importanti e di attualità.
La Fondazione O’Scià, dal 2003 è impegnata a promuovere e sostenere il dialogo interculturale. Le attività della
fondazione si sono sviluppate finora, principalmente attraverso la musica, quale linguaggio universale, con oltre 360 artist
nazionali e internazionali, più di 60 le serate evento. Da qui l’idea della partnership con un prestigioso progetto
internazionale; ma lo scopo finale della fondazione O’Scia’ e Science for life va ben oltre: “mira infatti alla realizzazione
di un centro internazionale di studi interdisciplinari – spiega la presidente della Fondazione – finalizzato ad ospitare
studenti universitari e post universitari di tutti i paesi del Mediterraneo, trasformando Lampedusa in un centro di eccellenza per la comunità scientifica internazionale e, soprattutto, rendendola punto di riferimento per i futuri equilibri
politico-sociali del Mediterraneo e dell’Europa”.