Elezioni Agrigento. Voto assistito: Comunicazione per gli elettori fisicamente impediti

Il Comune di Agrigento, in riferimento alle elezioni amministrative dei prossimi 31 maggio e 01 giugno 2015, informa i cittadini sulle modalità di voto assistito per gli elettori fisicamente impediti.

Sono da considerarsi elettori fisicamente impediti i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità ovvero gli elettori portatori di handicap sempreché gli stessi siano impossibilitati ad esercitare autonomamente il diritto di voto.

Detti elettori possono esprimere il voto con l’assistenza di un elettore della propria famiglia o, in mancanza, con l’assistenza di un altro elettore che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore, purché iscritti nelle liste elettorali del Comune.

L’impedimento, quando non sia evidente, potrà essere dimostrato mediante esibizione di apposito certificato rilasciato, immediatamente, gratuitamente e in esenzione da qualsiasi diritto o applicazione di marche, dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’Azienda per i servizi sanitari.

Il certificato medico deve attestare che l’infermità fisica impedisce all’elettore di esprimere il voto senza l’aiuto di altro elettore. Sono altresì ammessi al voto assistito gli elettori che esibiscono il libretto nominativo rilasciato dal Ministero dell’Interno – Direzione Generale dei Servizi Civili, quando, all’interno del libretto stesso, è indicata la categoria «ciechi civili» ed è riportato uno dei seguenti codici: 10; 11; 15; 18; 19; 05; 06; 07.

Devono intendersi “elettori portatori di handicap”, anche le persone con handicap di natura psichica, allorché la rispettiva condizione comporti pure una menomazione fisica che incida sulla capacità di esercitare materialmente il diritto di voto.

Il cittadino disabile potrà scegliere liberamente da chi farsi accompagnare in cabina elettorale al momento del voto; potranno farsi accompagnare anche da persone residenti in altri comuni d’Italia.

La citata legge n. 17/2003, prevede, altresì, che l’annotazione del diritto di voto assistito possa essere inserita – su richiesta dell’interessato e corredata da apposita documentazione – a cura del Comune di iscrizione elettorale mediante apposizione di un corrispondente simbolo o codice sulla propria tessera elettorale. Questa facoltà consentirà agli interessati di essere ammessi al voto evitando di presentare il certificato medico ad ogni tornata elettorale.

Il Comune di Agrigento, per consentire agli elettori portatori di handicap di poter esercitare il diritto al voto, ha predisposto delle sezioni prive di barriere architettoniche. In particolare sarà possibile votare presso le sezioni n. 2-3-4 della scuola “Don Bosco” di via Dante; nelle sezioni n. 10-11-12
della scuola “ G. Lauricella” del Viale della Vittoria; nelle sezioni 16-17-18 della scuola “ L. Pirandello” di via Acrone; nelle sezioni n. 27-28 della scuola “A.Frank” di via Cimarra; nelle sezioni n. 32-33-34 della scuola “Fontanelle” di via A. Di Giovanni; nella sezione n.37 della scuola materna ed elementare di Montaperto; nelle sezioni n. 38-40 della scuola “ A. Di Giovanni” di via M. Amari; nelle sezioni 41-42 della scuola “G.Fava” di viale Monserrato; nelle sezioni n.44-45-46 della scuola “ Nuova Manhattan” di via De Amicis e nelle sezioni n. 52-53 della scuola “11 settembre” del Villaggio Mosè.