Degrado cittadino, Marcello La Scala tra le sterpaglie

Agrigento – Dopo la singolare protesta dei due agrigentini Alfredo Mazzola e Salvatore Magro che, sulle “rive” della strada, avevano piantato il loro ombrellone e prendevano il sole per sensibilizzare l’amministrazione agrigentina, è la volta del candidato consigliere alle amministrative di Agrigento con il Movimento 5 Stelle, Marcello La Scala, intento a trascorrere un lieto picnic con tanto di giornale, sedia e ombrellone all’interno dell’incrocio della via Imera nei pressi dell’ingresso alla città di Agrigento, adeguatamente abbandonato a sè stesso, in gran parte distrutto e ricolmo di piante spontanee. Un tempo questi incroci e le aiuole erano stati “adottati” da alcune imprese nostrane che avrebbero dovuto provvedere alla loro cura ma, è bene ricordarlo, sono di proprietà dell’amministrazione del comune di Agrigento ed è quest’ultima che deve mantenere il giusto decoro della città detta a “vocazione turistica”.

Speriamo solo che, per far notare le enormi buche che costellano il manto stradale del nostro comune, non venga l’idea a qualcuno di sdraiarsi al loro interno.