Sicilia: scure della Finanziaria su forestali, ne restano 1.250

Si annunciano pesanti tagli al personale del Corpo Forestale della Regione siciliana.
La Finanziaria concertata dal governo Crocetta con il governo nazionale e depositata ieri all’Ars prevede infatti che i lavoratori del comparto con qualifiche non dirigenziali vengano rideterminati in 1.250 unità, delle quali 221 nella categoria D, 1.005 nella categoria C e 24 nella fascia B.
Si tratta di una delle più pesanti misure di razionalizzazione della spesa pubblica per quanto riguarda il personale.

Per il quinquennio 2016-2010, stabilisce la norma all’articolo 3 della Finanziaria, la dotazione organica e’ ulteriormente ridotta del 50% rispetto ai soggetti che hanno lasciato il servizio quest’anno.

Complessivamente la finanziaria prevede una fuoriuscita di personale di circa 2.300 unità dall’amministrazione della Regione siciliana.
Nel dettaglio, si tratta di circa 400 dirigenti di 1.900 altri dipendenti del comparto del pubblico impiego regionale che con varie misure saranno progressivamente accompagnati all’uscita dal lavoro.