oltre visioniDodici artisti per un percorso emozionale unitario, pur nel differente stile personale, è il leitmotiv della collettiva di pittura ospitata dal Centro Polifunzionale “San Nicola” di Grotte sul tema “Oltre visioni”.

La mostra di arte contemporanea, curata da Alfonso Rizzo, sarà inaugurata sabato 28 marzo, alle ore 20.00, e propone un nutrito vernissage con opere realizzate da vari artisti siciliani che si distinguono per tecniche e contenuti diversi.

La collettiva vuole essere una testimonianza di vita e una sfida culturale lanciata da un gruppo di pittori che dello “stare insieme” hanno fatto la cifra della loro creatività estetica. L’esposizione vuole infatti rappresentare un punto di riflessione, una condivisione di percorsi operata da pittori uniti per passione e per amicizia che, oltre al legame professionale, evidenziano costruttivi rapporti di rispetto, dialogo e confronto elaborati con il tempo e che hanno come matrice comune l’amore per la pittura.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Grotte , è promossa da Aristotele Cuffaro, Presidente dell’Associazione Culturale Teatrale “Nino Martoglio” che da diversi anni opera nel mondo della cultura rendendosi sensibile alle nuove istanze e facendosi promotrice di numerose iniziative in campo culturale e artistico. Nella mostra collettiva in questione sarà possibile ammirare le opere di Simone Geraci, Roberto Calò, Nicolò Rizzo, Dimitri Agnello, Stefania Cordone, Giorgio Aprile, Alfonso Rizzo, Vanessa Gallo, Vincenzo Crapanzano, Sergio Cardillo, Giuseppe Caracciolo e Luca Crivello, tutti lavori che innescano tra di loro una serie di reazioni e rimandi reciproci dove l’immagine, la cornice, i pigmenti, la terra, l’olio, sono gli elementi di un linguaggio universale e comune.

Molte delle opere sono infatti accomunate da temi, da soggetti e da accostamenti cromatici nonché da tecniche e stili di lavorazione. Un insieme di quadri uniti dal potere della pittura stessa, dalla sua capacità di catturare l’attenzione dei fruitori attraverso un processo di immedesimazione nel quadro che consente di penetrare nel mondo interiore di chi l’ha prodotto. Delle opere in esposizione è stato realizzato un catalogo il cui testo è stato curato da Chiara Amato. La mostra sarà visitabile tutti i giorni, dalle ore 17.00 alle ore 21,00, fino al prossimo 24 aprile.