Porto Empedocle, Firetto incontra il contrammiraglio De Felice

Le tematiche relative all’operatività e allo sviluppo del porto empedoclino, d’interesse nazionale e strategico per quanto concerne la crocieristica, sono state al centro dell’incontro svoltosi nelle ultime ore a Palazzo di Città tra il sindaco Lillo Firetto e il Comandante Marittimo Sicilia, contrammiraglio Nicola De Felice, responsabile territoriale della Marina Militare per la Sicilia. L’alto ufficiale, che era accompagnato dal Comandante della Capitaneria di Porto Guardia Costiera di Porto Empedocle, Massimo Di Marco, ha avuto anche un intenso scambio di vedute con il sindaco Firetto circa la problematica dei flussi migratori che vede la Marina Militare impegnata ormai da tempo nelle operazioni umanitarie di salvataggio in mare di migliaia di profughi in fuga dai loro Paesi in guerra e che vede il porto empedoclino terminale di tutte le operazioni di soccorso.

Capitolo a parte riguarda la nave scuola “Amerigo Vespucci” cui è stato chiesto che il mitico veliero nel corso delle periodiche crociere nel Mediterraneo possa fare sosta nel porto empedoclino. Il contrammiraglio De Felice nel complimentarsi con il primo cittadino Firetto per la positiva trasformazione, in pochi anni, della cittadina marinara, ha voluto donare il volume “Italian Navy” sulla storia della Marina Militare Italiana mentre a De Felice è stato fatto dono del libro autografato da Andrea Camilleri, “La strage dimenticata” e il crest di Porto Empedocle a ricordo dell’incontro avvenuto a Palazzo di Città.