Traffici merci e passeggeri nello scalo di Porto Empedocle: tutti i dati per il 2014

Calo generalizzato dei traffici di merci tradizionali (in particolare olio combustibile denso e sale industriale), con segno positivo solo per il pet-coke e le merci ‘povere’ (cemento e cippato di legno); lieve flessione del numero di passeggeri imbarcati sul traghetto e sull’aliscafo di linea per le isole Pelagie; vero e proprio boom delle unità da crociera in arrivo e dei crocieristi in transito. Questi i dati salienti della movimentazione di merci e passeggeri nello scalo di P. Empedocle nel corso del 2014, in base ai dati registrati dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera.

68 le unità mercantili giunte nel 2014 a P. Empedocle, più che dimezzate rispetto ai due anni precedenti. Forte contrazione per le tipologie tradizionali di merci, l’olio combustibile denso (60% in meno su base annua, a causa della riconversione della centrale ENEL) e il sale industriale (la cui esportazione è calata del 50% rispetto al 2013 e del 30% sul 2012, per dinamiche legate al clima mite degli ultimi inverni che ha causato la drastica riduzione del minerale avviato in prevalenza in nord Europa). In controtendenza il pet-coke, che vanta un significativo aumento di quasi il 15%, il cemento ed il cippato di legno (non movimentate nel 2013), a riprova del dinamismo delle imprese portuali e del tentativo in atto di diversificare i traffici nello scalo empedoclino.

Continua la flessione di passeggeri in arrivo (-25%) e partenza (-13%) a bordo delle unità di linea per le Pelagie, anche se il calo (dovuto in prevalenza alle avverse condizioni meteomarine nel Canale di Sicilia, che hanno sovente costretto le unità ad omettere la corsa) si è sensibilmente ridotto rispetto al 2012 e si è quasi arrestato nella seconda metà dell’anno, a seguito dell’entrata in servizio del traghetto SANSOVINO le cui caratteristiche hanno permesso alla società armatrice di garantire, in condizioni di sicurezza, un maggior numero di corse anche con cattivo tempo.

Infine, vero e proprio exploit dei traffici crocieristici che registrano nel 2014 ben 25 unità in arrivo, oltre il doppio rispetto ai due anni passati, con 8.380 passeggeri in transito (quasi quattro volte in più degli anni precedenti). La continua sinergia tra Capitaneria di Porto, Amministrazione Comunale, società di navigazione ed agenzie marittime ha consentito di offrire una serie di servizi (promozione culturale e turistica, degustazione enogastronomica, eventi artistici, distribuzione di opuscoli e depliant informativi) messi a disposizione presso le banchine a cura del Comune ed assai apprezzati dai turisti italiani e stranieri. La Capitaneria di Porto ha fornito, come di consueto, ogni supporto disciplinando con apposite Ordinanze l’installazione di strutture di accoglienza ai crocieristi, curando gli aspetti di sicurezza in occasione dello scalo di unità da crociera (sia per quanto concerne la safety, legata ai controlli svolti dal personale della Guardia Costiera per garantire i più elevati standard per la salvaguardia di passeggeri ed equipaggi, sia per quanto riguarda la security, relativa al rispetto delle misure di prevenzione da attacchi criminali e terroristici), ed avviando – d’intesa con l’Amministrazione Comunale – la graduale riqualificazione delle aree portuali ed il ripristino delle condizioni di pulizia e decoro dello scalo.