Il Consigliere comunale Angelo Vaccarello interviene in merito ai lavori di posa degli impianti fognari che sta effettuando la Girgenti Acque in alcune zone della città.

“A seguito di sollecitazione da parte di alcune famiglie residenti in una traversa adiacente la via Ragazzi del 99, che non era stata inserita nel progetto di posa degli impianti fognari, ho provveduto a chiedere agli uffici comunali competenti un sopralluogo congiunto per verificare la situazione.
A seguito di tale sopralluogo, effettuato insieme all’ingegnere Principato e ai tecnici comunali, che ringrazio per la sollecitudine, è stato stilato un progetto di variante per l’inserimento di questa via nel progetto originario della Girgenti Acque. Variante, che è stata controfirmata anche dal Commissario straordinario Giammanco e trasmessa agli uffici competenti per l’attuazione.
Grazie a questo intervento le famiglie residenti in via Ragazzi del 99 potranno usufruire degli allacci fognari. Mi chiedo però, se non mi fossi interessato della problematica in questione, la zona sarebbe stata servita da questo importante servizio?
Altre istanze inoltre, mi sono pervenute, da parte di sei famiglie residenti in via Vitale Falesio, adiacente la via Mattarella, al Quadrivio Spinasanta. Anche queste abitazioni non sono allacciate agli impianti fognari che invece sono stati regolarmente istallati sull’arteria principale (la via Mattarella appunto).
E’ inconcepibile che ancora oggi per servizi come questi, che spettano a tutti di diritto, ci siano cittadini di serie A e serie B.
Un’altra considerazione va fatta in merito anche alla qualità del servizio che offre la Girgenti Acque. A causa dei lavori di posa degli impianti fognari, le vie interessate dagli scavi, ancora dopo oltre due mesi, sono in condizioni impraticabili. Il manto stradale è dissestato anche a seguito di diversi lavori (prima per gli impianti idrici e dopo per quelli fognari).
I tombini, considerando la posa, anche a seguito di bitumatura delle strade, rimarranno rialzati o sottomessi al piano stradale rappresentando un grave pericolo per la circolazione stradale.
Mi chiedo pertanto se i servizi offerti da Girgenti Acque siano all’altezza dei costi che invece i cittadini pagano attraverso imposte elevate e se sia giusto continuare ad affidare servizi così importanti ad una società che non rispetta e garantisce i diritti fondamentali agli agrigentini”.