Home Dai Comuni Agrigento L’Akragas torna a sognare la Lega Pro

L’Akragas torna a sognare la Lega Pro

245 views
0

ULTIM’ORA: le indiscrezioni si rincorrono. È di poche ore fa la notizia che la Lega abbia intenzione di riportare il campionato di serie B a 22 squadre. Il collegio di garanzia del Coni ha, infatti, accolto il ricorso del Novara, lasciando alla Federcalcio modalità e criteri per l’integrazione dell’organico.
Ovvero, la serie B deve tornare a 22 squadre e la Figc dovrà decidere quale sarà la squadra riammessa al campionato cadetto
La Juve Stabia dunque torna in corsa per il ripescaggio nella serie cadetta assieme al Novara. Il posto dei campani in Lega Pro dovrà dunque essere rimpiazzato, la favorita sembrerebbe essere l’Akragas Città dei Templi del presidente Silvio Alessi.

In riferimento alla questione “ripescaggio in serie B” la Juve Stabia ha reso noto che “qualora l’Alta Corte di Giustizia del Coni, dovesse dichiarare illegittimo il comunicato ufficiale della FIGC 170/A del 27 maggio 2014 e di conseguenza permettere il ripescaggio di una squadra nel campionato di serie B con il ritorno a 22 squadre, chiedera’, essendo l’unica societa’ tra le retrocesse ad avere i necessari requisiti, che vengano riaperti i termini per la presentazione della relativa domanda di riammissione in serie B”.

Così il patron della Juve Stabia Manniello su “tuttojuvestabia.it”: “Sono più che ottimista, dal momento che la Juve Stabia è l’unica squadra ad avere tutti i requisiti per essere riammessa in cadetteria. Lo stesso avvocato del Novara ha affermato che il nostro è il club meglio posizionato nella graduatoria per l’assegnazione del 22.mo posto in B. Ora bisogna solo aspettare la decisione della Figc”.

IL COMUNICATO DEL CONI
“Ritenuto l’intervento della Juve Stabia irricevibile ed inammissibile, perché presentato senza la rituale corresponsione dei diritti e tardivamente rispetto al momento in cui l’interesse a intervenire è sorto; ritenuto il non luogo a provvedere sull’istanza di sospensiva, di cui al ricorso iscritto al R.G. n. 25/2014 per l’impugnazione del diniego di ripescaggio, non ritenendo l’Alta Corte che si verta nella materia di ripescaggio, disciplinato dal C.U. n. 171/A del 27 maggio 2014; ritenuto che nella vicenda si debba procedere all’integrazione da 20 a 22 squadre dell’organico del Campionato di Serie B in applicazione dell’art. 49 Noif, attualmente in vigore; ritenuto, infatti, che le disposizioni statuiscono in materia di ripescaggio a proposito del completamento dell’organico fino a 20 squadre, laddove la presente fattispecie riguarda l’integrazione dell’organico da 20 a 22 squadre; tenuto conto poi che il C.U. n. 170/A rinvia ad un separato provvedimento la determinazione dei criteri e delle modalità per l’eventuale integrazione del suddetto organico; ritenuto che il successivo C.U. n. 171/A stabilisce criteri e procedure ai soli fini del procedimento di ripescaggio fino a 20 squadre e non anche oltre detto numero; ritenuto che gli argomenti della ricorrente Novara debbano perciò essere accolti e che da ciò derivi l’obbligo di integrazione dell’organico da 20 a 22 squadre, alla stregua dei criteri e principi che la Figc riterrà di determinare in applicazione del principio che il Collegio ha affermato, ha accolto l’istanza di sospensiva di cui al ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 23/2014, presentato in data 28 luglio 2014 dalla società Novara Calcio S.p.a, nei limiti di cui in motivazione e, per l’effetto, ha ordinato alla Figc di pubblicare il nuovo organico a 22 squadre del Campionato di serie B, integrato sulla base dei principi sopra indicati; ha dichiarato non luogo a procedere nella istanza di sospensione di cui al ricorso n. 25/2014; ha dichiarato inammissibile l’intervento della Juve Stabia”.

L’articolo L’Akragas torna a sognare la Lega Pro sembra essere il primo su AgrigentoSport.com.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui