Ufficiale, l’Akragas rinuncia al ripescaggio

Il presidente Silvio Alessi

Il presidente Silvio Alessi

L’Akragas non chiederà il ripescaggio in Lega Pro. Lo ha comunicato ufficialmente il presidente biancazzurro, Silvio Alessi, al termine di un incontro avuto con l’attuale sindaco (facente funzioni) di Agrigento, Piero Luparello.

Nel corso dell’incontro è stata manifestata, da parte dell’amministrazione comunale, la disponibilità ad effettuare i lavori relativi alla sola messa in sicurezza dell’impianto sportivo nonchè alla manutenzione urgente del manto erboso.

Tali interventi rientrano nella competenza del vice sindaco in quanto primo cittadino facente funzione e quindi interventi realizzabili a breve termine. Lo stesso amministratore nel corso dell’incontro ha manifestato l’impossibilità a prendere impegni a lungo termine.

Siamo addolorati e delusi” dichiara il presidente Alessiper non avere potuto regalare ai nostri meravigliosi tifosi ed alla città di Agrigento un sogno che mancava da oltre un ventennio. Apprezzo la grande disponibilità dimostrata dal vice sindaco Luparello che fino all’ultimo ha tentato in tutti i modi di risolvere il problema. E’ sempre più difficile” continua il presidente biancoazzurro “fare calcio in una città come la nostra già afflitta da tantissimi problemi più gravi. E’ disarmante vedere svanire tantissimi sacrifici fatti in questi tre anni di mia presidenza e tantissimi sforzi economici personali pur di arrivare a realizzare un progetto vincente. A questo punto“, conclude Alessi, “valuterò la possibilità di continuare questa meravigliosa avventura alla guida di questa società a cui ho veramente dato tanto. Ai nostri tifosi dico, ad ogni modo, di restare vicini a questi colori e a questa squadra che hanno regalato momenti esaltanti in termini di emozioni e soddisfazioni“.

Una dichiarazione che non lascia presagire nulla di buono. Si sbatte ancora una volta contro il muro della burocrazia e della cattiva amministrazione soprattutto in termini di impiantistica sportiva.
Nonostante le continue sollecitazioni fatte pervenire agli amministratori locali, la mancanza di una struttura idonea, che si sarebbe potuta rendere tale anche nel corso di quest’anno (da aprile 2013 si parla di accesso al credito sportivo) sarà la causa principale dell’approdo nel calcio professionistico della città di Agrigento.

La società si iscriverà al prossimo campionato di Lega Nazionale Dilettanti con la speranza di avere finalmente uno stadio ed un manto erboso efficienti e funzionali.

L’articolo Ufficiale, l’Akragas rinuncia al ripescaggio sembra essere il primo su AgrigentoSport.com.