Aragona, gara per l’affidamento all’esterno del servizio di riscossione coattiva delle entrate tributarie

Cambia idea l’Amministrazione Comunale guidata da Salvatore Parello sulla riscossione delle tasse.
Infatti, da pochi giorni il Comune ha indetto una gara per l’affidamento all’esterno del servizio di riscossione coattiva delle entrate tributarie ed extra tributarie.
Il primo cittadino va dritto per la sua strada e continua a puntare a fare cassa a tutti i costi.
Ben presto saranno lontani i tempi in cui l’ Amministrazione gestiva in house la riscossione delle tasse.
Dunque, il servizio di accertamento e riscossione dei tributi comunali sarà affidato dall’Amministrazione Parello ad un’azienda esterna. Il contratto avrà la durata di quattro anni e l’azienda che si aggiudicherà la gara, gestirà il controllo su diverse imposte comunali. Il valore presunto della concessione per lo svolgimento delle attività è pari ad euro 160.000,00 al netto dell’Iva.
Il Comune, si impegnerà a trasmette all’impresa affidataria che svolgerà il servizio in concessione, l’elenco nominativo dei debitori da escutere con i dati identificativi necessari per le operazioni conseguenti.
Sull’argomento i consiglieri di “Forza Italia” Rosario Salamone e Antonino Falzone hanno posto al Sindaco un’interrogazione urgente a risposta scritta nella quale chiedono: “ Le motivazioni che hanno portato all’adozione e alla predisposizione del medesimo bando, considerato che al Comune di Aragona sono presenti oltre 200 dipendenti a vario titolo contrattuale. Inoltre, vogliamo venire a conoscenza – continuano i consiglieri – del motivo per il quale non è stato coinvolto e interpellato tutto il personale comunale al fine di potenziare l’attuale ufficio tributi”.