Rigoli-Vullo, il battesimo del fuoco. Se il buongiorno si vede dal mattino…

Rigoli e Vullo

Rigoli e Vullo

L’Akragas torna a vincere in casa, sfoderando una convincente prestazione da squadra d’altra categoria. Importante, ai fini del gioco, il recupero di quei giocatori sui quali Pino Rigoli aveva puntato in maniera decisa dall’inizio del campionato. Ed il ritorno di Pellegrino in campo, è stata la classica ciliegina sulla torta.

Ma gli occhi dei tifosi, oggi erano puntati sulla tribuna laterale, dove si sono accomodati il mister catanese ed il nuovo direttore dell’area tecnica, Totò Vullo. Una presenza importante, seria e competente quella del tecnico favarese, che saprà motivare ulteriormente l’ambiente.
Per la verità, Vullo e Rigoli hanno più che altro fatto passerella, attraversando il rettangolo di gioco insieme.
Poi, in tribuna, Rigoli ha fatto il diavolo a quattro per incitare e guidare i suoi, mentre Vullo ha colloquiato a lungo con Alessandro Russo, squalificato come il mister.
Scelto, come confermato dal presidente Alessi anche in sede di conferenza stampa post-partita, per programmare una stagione di Serie C di buon livello, Vullo, classe 53, oltre ad un passato da calciatore nelle vesti di difensore di Avellino, Torino e Bologna (ricorda ancora la dura marcatura su Maradona), ha anche un discreto trascorso da allenatore. Ha guidato squadre come Avellino, Reggiana, Sambenedettese, Juve Stabia e, recentemente, il Nuovo Campobasso conquistando una storia salvezza in Seconda Divisione.
Esperienza da vendere e di cui i suoi più stretti collaboratori potranno e dovranno far tesoro.
“Oggi ho visto una squadra ben messa in campo – ha detto Vullo a fine partita – Rigoli ha saputo spronarli anche sul 4 a 0”.
A chi gli chiede se un giorno vorrebbe guidare l’Akragas, Vullo risponde: “Per il momento ho un altro incarico e dobbiamo pensare a far bene”.
Il progetto Akragas, partito lo scorso anno, si arricchisce dunque di una pedina importante. La settimana scorsa, le dichiarazioni di amore di Alessi per Rigoli, avevano già lanciato un messaggio importante. L’arrivo di Vullo motiverà ancor di più tutto l’ambiente, ponendo nel grande mosaico biancazzurri, un altro tassello per l’Akragas del futuro. Nel mirino c’è la Serie C.

L’articolo Rigoli-Vullo, il battesimo del fuoco. Se il buongiorno si vede dal mattino… sembra essere il primo su AgrigentoSport.com.