La VI Commissione consiliare composta dai consiglieri comunali Picone, Di Rosa Amato e Cicero, interrogano l’Assessore all’Urbanistica Luparello in merito alla mancata definizione del P.U.D.M. (Piano Utilizzo Demanio Marittimo).

“Il Comune di Agrigento, – scrivono i consiglieri comunali – non si è ancora dotato del P.U.D.M. che metterebbe finalmente ordine all’utilizzo degli spazi demaniali marittimi.

Il suddetto piano infatti, se gestito nella massima trasparenza, con precise regole e con criteri di equità, porterebbe ricchezza e reddito ai cittadini, perché è uno strumento che di fatto pianifica l’utilizzo del litorale marino e ne disciplina gli usi. Il P.U.D.M. inoltre, regolamenta il rilascio di concessioni demaniali in conformità delle vigenti disposizioni in materia di demanio marittimo e tutela e valorizza spiagge e coste.

Considerato che – continuano i consiglieri – già nel giugno del 2010 si è insediato il Commissario ad acta l’ Arch. Donatello Messina, nominato dall’ A.R.T.A. (Assessorato Regionale Territorio e Ambiente), per la redazione del piano, chiediamo all’Amministrazione comunale quali azioni e misure voglia intraprendere per dotare la città di Agrigento dell’importante strumento di sviluppo del territorio”.