Home Dai Comuni Agrigento Agrigento e l’Università: “No all’approssimazione ed ai vuoti proclami”

Agrigento e l’Università: “No all’approssimazione ed ai vuoti proclami”

323 views
0

“Apprezziamo l’impegno profuso e l’attenzione riservata dalla Camera di Commercio di Agrigento e dal suo presidente, Vittorio Messina, verso la soluzione delle difficoltà che attanagliano il Polo universitario di Agrigento. Auspichiamo adesso che gli esiti del “Tavolo tecnico” con Lagalla siano tradotti concretamente da tutti i soci fondatori del Polo agrigentino”.

Così dichiarano i consiglieri comunali di Agrigento dei gruppi Forza Italia, Nuovo centrodestra, Patto per il Territorio, Pid Cantiere popolare e Gruppo Misto, che aggiungono: “l’investimento nella formazione rappresenta da sempre l’investimento nel futuro di un territorio e di una comunità. Ed in mancanza, il futuro della stessa comunità è pregiudicato irrimediabilmente. In ragione del ruolo determinante che il Polo universitario di Agrigento esercita, e dell’ interesse pubblico prevalente che ne consegue, invitiamo i soci fondatori, e, per ciò che compete a noi in modo più diretto, il Comune di Agrigento e l’ Amministrazione Zambuto, a sostenere in modo efficace e sostanziale le prerogative e le attese del Consorzio universitario agrigentino, evitando, almeno in tal caso, l’approssimazione e la superficialità che da sempre caratterizzano l’azione amministrativa, non ultimo la circostanza che l’amministrazione attiva negli ultimi anni non ha pagato al Cupa neanche la quota ordinaria, e solo dopo diversi anni ha approvato un piano di rientro.

La posta in gioco è troppo elevata. Non è il tempo di annunci e vuoti proclami, in beffa alle attese di migliaia di studenti e di altrettante famiglie”. Si eviti che si protragga e si ripeta quello che l’amministrazione negli ultimi anni ha determinato”.