Home Dai Comuni Pubblicato il bando per gli interventi nelle Zone Franche Urbane, a Sciacca...

Pubblicato il bando per gli interventi nelle Zone Franche Urbane, a Sciacca 8 milioni

240 views
0

“Un’ottima opportunità per sostenere le imprese e l’occupazione in un momento così difficile. Solo per Sciacca sono previsti benefici per oltre 8 milioni di euro”. E’ quanto dichiarano il sindaco Fabrizio Di Paola e il vicesindaco e assessore allo Sviluppo Economico Vincenzo Porrello dopo la pubblicazione dell’atteso decreto del Ministero dello Sviluppo Economico con cui è stato adottato il bando delle Zone France Urbane per l’attuazione degli interventi programmati a favore delle economie locali.

Sciacca rientra tra i 18 comuni siciliani beneficiari delle agevolazioni che saranno concesse sotto forma di esenzioni fiscali e contributive a favore delle micro e piccole imprese localizzate all’interno dei confini delle Zfu identificate attraverso l’elenco delle sezioni censuarie (censimento 2001).

La Città di Sciacca è stata riconosciuta Zona Franca Urbana con Decreto emesso in data 10 aprile 2013 dai Ministri dello Sviluppo Economico e dell’Economia e delle Finanze.

Per la Sicilia sono disponibili circa 182 milioni di euro, per Sciacca sono destinati più di 8 milioni e 138 mila euro.

Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate dalle ore 12,00 del 5 marzo 2014 e fino alle ore 12,00 del 23 maggio 2014, esclusivamente tramite una procedura telematica attraverso il sito internet del Ministero dello Sviluppo Economico.

“L’Amministrazione comunale di Sciacca – dichiarano il sindaco Di Paola e l’assessore Porrello – si impegnerà a svolgere in questo periodo un’attività di animazione e informazione a favore delle imprese interessate per cogliere appieno questa importante e irripetibile occasione di sostegno ma anche di rilancio e sviluppo dell’economia locale. Alcune iniziative saranno organizzate con il Comune di Castelvetrano, anch’esso individuato come zona franca urbana, con cui da tempo c’è un rapporto di reciproca intesa”.