Giuseppe Cammarata

Giuseppe Cammarata

Licata. È un vero e proprio cantiere il Licata calcio di questi giorni. Dopo la confortante prova di domenica scorsa contro l’Orlandina, si lavora in vista del difficile match di Reggio Calabria contro l’Hinterreggio. Perricone e compagni affronteranno i calabresi con il chiaro intento di conquistare la prima vittoria stagionale fuori dalle mura amiche del «Liotta». Il tempo stringe e, se si vuole puntare a lasciare l’ultimo posto della classifica, non si può andare per il sottile.
Ieri alla ripresa degli allenamenti, allo stadio si è visto il ds Peppe Cammarata.
– Ci sono novità in vista?
«Stiamo lavorando con celerità, ma sappiamo di dovere fare le cose per bene perché, da qui a fine stagione, non ci sarà nessun mercato di riparazione. Già ieri si è aggregato un altro giocatore, si tratta di Gaetano Li Muli, classe 1996 proveniente dalla primavera del Palermo, è un centrocampista centrale molto duttile che può adattarsi a diversi schemi di gioco. È tornato in città Trofo, che potrà allenarsi con i compagni già da domani (oggi per chi legge). Abbiamo risolto anche la vicenda legata al ritorno del prestito di Albeggiano che già domenica potrà essere schierato in campo dal tecnico, se lo riterrà opportuno».
– Erano attesi altri due arrivi, annunciati dal tecnico Catanese…
«È solo questione di ore, stiamo lavorando su più fronti, ma non vogliamo fare le cose in fretta per accontentare la piazza. Ogni nostro acquisto deve essere ragionato, posso dire che nelle prossime ore arriveranno altri giocatori».
– Può farci qualche anticipazione?
«Nessun nome perché siamo in un momento delicatissimo e possiamo tesserare solo giocatori professionisti che fanno gola a parecchie squadre. Penso che già oggi arriveranno due under e altrettanti over, ma per la certezza e per i nomi attendiamo la firma sui contratti».
– In tribuna domenica al Liotta è stato notato il difensore ex Ragusa Filippo Raimondi. Sarà un giocatore del Licata?
«Abbiamo parlato con il giocatore ma dovrà essere il tecnico a sciogliere ogni riserva, penso sapremo qualcosa in più nelle prossime ore. È chiaro che a questa squadra manca un attaccante d’esperienza, uno che vede la porta con facilità e che possa garantire una quota gol a doppia cifra. Ne siamo consapevoli e, stiamo lavorando su questo fronte, questo tipo di giocatori è tra i più ricercati nel mercato. Quello dei dilettanti è chiuso e quindi possiamo pescare solo tra i professionisti o tra gli svincolati. Abbiamo bisogno di un atleta già in forma e pronto a scendere subito in campo per dare il proprio apporto alla causa».
– Facciamo un passo indietro, lo abbiamo visto molto arrabbiato al termine della gara contro l’Orlandina. La rabbia adesso è sbollita?
«Ero molto arrabbiato perché abbiamo subito un gol in netto fuorigioco e per di più al terzo minuto di recupero. Domenica l’unica terna siciliana arbitrava a Licata, forse la Lega pensava che saremmo scesi in campo con i ragazzini. Rimane il rammarico perché la prestazione dei ragazzi meritava la gioia della vittoria. Guardiamo avanti sperando in una federazione più attenta».
– Domenica il Licata torna ad attraversare lo Stretto dopo tre rinunce a giocare fuori dalla Sicilia…
«Permettetemi di dire che già questa è una piccola vittoria visto come si erano messe le cose. Andiamo a Reggio Calabria per giocarci la gara a viso aperto. Non possiamo fare calcoli, dobbiamo giocare per vincere».
Intanto arrivano brutte notizie dall’infermeria perché Saluto, uscito anzitempo dal campo domenica, dovrà essere sottoposto ad una ecografia per valutare l’entità dell’infortunio. La sua presenza in campo domenica è in fortissimo dubbio.

Giuseppe Patti – LaSicilia

L’articolo Licata calcio: il ds Cammarata a “caccia” di giocatori sembra essere il primo su AgrigentoSport.com.