Il Feudo D’Alì punta sulla valorizzazione dei prodotti locali

L’Unione “Feudo D’Alì”, che comprende i Comuni di Raffadali, Santa Elisabetta e Sant’Angelo Muxaro, ha aderito all’accordo di programma “Profeti in Patria – Born in Sicily” promosso dall’Assessorato Regionale alle Risorse Agricole e Alimentari.
La manifestazione di interesse, sottoscritta dal presidente dell’Organismo, Antonio Scognamillo, si pone come obiettivo la valorizzazione dei prodotti agricoli e alimentari del territorio e la condivisione delle risorse finanziarie, umane e strumentali dell’Unione e dei Comuni aderenti, in un quadro strategico di promozione e commercializzazione delle produzioni.

“I prodotti che abbiamo inserito nel programma – spiega Antonio Scognamillo – sono il pistacchio, la mandorla, i cereali, gli ortaggi, l’olio d’oliva, il miele, i prodotti caseari e i dolci tradizionali e tipici del territorio. E a supporto del progetto è previsto il coinvolgimento di 35 aziende e di 8 tra scuole, enti ed associazioni. Nella proposta è stata inoltre configurata – aggiunge – la valorizzazione dei prodotti alimentari e dei piatti tipici locali attraverso l’azione e il contributo fattivo dei produttori del “Mercato degli Agricoltori”, della ristorazione e degli artigiani locali. L’iniziativa assume, per quanto ci riguarda, un’importante rilevanza ed una ghiotta opportunità per il nostro territorio – conclude il presidente dell’Unione dei Comuni “Feudo D’Alì” – considerato che il prodotto “Born in Sicily” sarà presentato dalla Regione Siciliana all’Expo 2015 di Milano, che sarà dedicata all’agricoltura e all’alimentazione”.