Le reliquie di San Giovanni Bosco ad Agrigento e Canicattì

Lui in Sicilia non c’era mai venuto. Ai suoi Confratelli che un giorno partivano in missione per il Mato Grosso disse : “Andremo anche in Sicilia !“ E in Sicilia ci sta arrivando dopo il trionfale giro del mondo, in preparazione del bicentenario della sua nascita. Stiamo parlando del “Padre, Maestro ed Amico“ , del “Santo dei giovani“ : San Giovanni Bosco, che il prossimo 8 Novembre è atteso nella Città dei Templi. In Sicilia sosterà dal 1° al 20 Novembre e, dopo avere varcato lo Stretto, percorrerà lo stivale in tutta la sua lunghezza a conclusione del tour italiano.
Tutta la Famiglia Salesiana agrigentina si prepara con trepidazione al grande appuntamento. Don Bosco è atteso dalla città tutta, dalla Chiesa agrigentina e, soprattutto, dai giovani e da tutti coloro che si sono formati negli oratori e nelle scuole dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, tutt’ora aperto ai giovani della città, e dei Salesiani del Gioeni dalla cui casa, dal 1939 al 1968, sono passati migliaia e migliaia di giovani attratti dalla pedagogia educativa di Don Bosco fondata su : “ragione, religione, amorevolezza“.
La Consulta Cittadina della Famiglia Salesiana si è più volte riunita con la partecipazione dei Rappresentanti della Chiesa agrigentina, della scuola, del Comune , dell’Unione Exallievi Don Bosco, delle Suore Salesiane e delle Exallieve delle Figlie di Maria Ausiliatrice in preparazione dell’evento. A conclusione degli incontri e delle riunioni che si sono susseguiti nei mesi scorsi, recentemente una Delegazione composta dalla Responsabile della Consulta Cittadina, Suor Fina Scrivano, dal Vice Presidente Vicario dell’Unione Exallievi Don Bosco di Agrigento, Giuseppe Falzone e dall’Addetto Stampa, Calogero Patti, ha presentato al Salesiano Don Marcello Mazzeo, Responsabile della Pastorale Giovanile della Famiglia Salesiana di Sicilia e uno degli organizzatori dell’evento, il programma definitivo della visita di Don Bosco in Agrigento.
Nella mattinata di Venerdì 8 Novembre, Don Bosco, proveniente da Riesi, verrà accolto dai Rappresentanti della Famiglia Salesiana agrigentina nei pressi della rotatoria Giunone. Alle ore 9,00 è previsto l’arrivo della urna con le reliquie di Don Bosco a Piazza Cavour, dove riceverà il saluto delle Autorità cittadine e dello Ispettore dei Salesiani di Sicilia, Don Giuseppe Ruta. Gli studenti delle scuole della città eseguiranno i tradizionali canti salesiani accompagnati dalle note della Banda Musicale “Vincenzo Bellini“ degli Exallievi Don Bosco di Cammarata. Alle ore 10,00 avrà inizio la passeggiata gioiosa di Don Bosco animata dai canti dei giovani e dalla Banda. Il corteo si snoderà lungo il Viale della Vittoria, Piazzale Aldo Moro, Via Atenea con arrivo in Piazza Pirandello intorno alle ore 12,00, dove l’Arcivescovo, Mons. Francesco Montenegro dialogherà con i giovani sulla figura di Don Bosco. A seguire, nella Chiesa Concattedrale S.Domenico, gli agrigentini potranno sostare per un incontro di preghiera e di devozione intima e personale attorno all’ urna del Santo, che nelle prime ore del pomeriggio partirà alla volta di Canicattì.
Le fasi salienti dell’intera giornata saranno condotte dall’Exallievo, Valerio Martorana, Direttore della Rivista “Voci Fraterne“.
La Famiglia Salesiana agrigentina non può esimersi dall’esprimere un plauso e un caloroso ringraziamento al Comune di Agrigento, alla Provincia, al Comune di Cammarata e ai numerosi sponsors, amici di Don Bosco e non, che hanno risposto con entusiasmo e generosità. Un doveroso ringraziamento va rivolto soprattutto a Suor Fina Scrivano, questa piccola-grande Suora, che per oltre un mese con tenacia silenziosa ha setacciato la città per incontrare i Rappresentanti delle scuole della città, delle istituzioni, imprenditori, artigiani, commercianti e singoli cittadini, i quali hanno detto tutti “SI“ a Don Bosco.

L’Urna contenente le reliquie di San Giovanni Bosco farà tappa anche nella città di Canicatti. L’importante appuntamento rientra nel tour mondiale, iniziato il 25 Aprile del 2009 e che si concluderà il 31 Gennaio del 2015, voluto dal Rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chávez Villanueva, in preparazione al bicentenario della nascita di don Bosco che si celebrerà nel 2015. Le spoglie mortali di San Giovanni Bosco arriveranno a Canicatti giorno 8 Novembre e rimarranno, custodite all’interno della Chiesa di Maria Ausiliatrice, fino al pomeriggio del giorno successivo.
Il Comitato organizzativo è già all’opera per definire i dettagli dell’iniziativa che sarà costellata da una serie di manifestazione collaterali che si realizzeranno nelle giornate che precedono l’arrivo in città della reliquia.