Con “Segreti e bugie” prosegue la rassegna cinematografica di “Ciak Donna”

Presso l’Hotel Dioscuri Bay Palace a San leone prosegue la rassegna cinematografica “La bugia nel cinema” organizzata dall’Associazione “Ciak Donna”, presieduta da Angela Megna, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Agrigento. La rassegna tende ad evidenziare il ruolo della bugia mai fine a se stessa ma rivalutata, distinta dalla mera menzogna e riconsiderata almeno per la sua funzione rispetto alla costruzione delle trame cinematografiche. Il tutto attraverso un adeguato programma che ha avuto inizio lo scorso martedì con la proiezione del film “Il Concerto” del regista rumeno-francese Radu Mihaileanu (applaudito dal pubblico presente) e che prosegue martedì 6 agosto, alle ore 20.30, con il film “Segreti e bugie” (1996) scritto e diretto da Mike Leigh ed interpretato da Timothy Spall, Brenda Blethyn e Marianne Jean-Baptiste. Si tratta di un dramma psicologico la cui protagonista, Hortense, trentenne borghese di colore, alla morte della madre adottiva decide di cercare la sua vera madre. Scoprirà con molta sorpresa che si tratta di Cynthia, sfiorita operaia bianca che vive con sua figlia ventenne Roxanne. Dopo l’incontro, tra le due donne piano piano nascerà una profonda amicizia che rappresenterà per Cynthia un nuovo motivo di felicità e per Hortense un’occasione per capire una realtà diversa dalla sua. Ma i segreti non possono durare a lungo e ad un pranzo in famiglia la verità verrà fuori, non senza drammi. Sarà l’occasione per confrontarsi e demolire un muro di “segreti e bugie” e per riacquistare la serenità. Il film si è imposto come uno dei titoli più acclamati nella carriera del regista britannico Leigh, aggiudicandosi la Palma d’Oro al Festival di Cannes nel 1996 e la nomination all’Oscar come miglior film. Ambientato nella Londra contemporanea, è una lucida analisi dei rapporti interpersonali all’interno della famiglia, un amaro melodramma attento ai dettagli e alle sfumature psicologiche, un ritratto estremamente preciso della quotidianità della “gente comune”, intrappolata (come suggerisce il titolo) nelle piccole e grandi menzogne di tutti i giorni. Impeccabile la direzione degli attori, tutti bravissimi, con una menzione particolare per Timothy Spall nel ruolo del fotografo Maurice, il fratello amorevole e protettivo di Cynthia, e per l’eccellente Brenda Blethyn, che per la sua struggente interpretazione ha ottenuto il Golden Globe, il premio come miglior attrice a Cannes e la nomination all’Oscar. Da sottolineare il fatto che gran parte della sceneggiatura del film è stata rimaneggiata durante le riprese e che gli attori hanno molto improvvisato, anche perché informati dello sviluppo della storia man mano che venivano portate avanti le riprese. La proiezione sarà introdotta da una presentazione del film da parte di Giovanna Lauricella, Vice Presidente dell’Assiciazione “Ciak Donna”.
L’ingresso è libero.