Istituto Toscanini L’on. Maria Iacono promette impegno

“Intendo Manifestare la mia più sincera vicinanza ed il pieno sostegno al corpo docente e discente dell’Istituto Musicale Pareggiato “Toscanini” di Ribera”.
Lo dichiara l’on. Maria Iacono, intervenendo in merito all’incertezza che avvolge l’Istituto “Toscanini” e gli altri istituti musicali la cui sopravvivenza è legata a quella delle Province Regionali cancellate da Crocetta.
“L’Istituto ”Toscanini” – dice Maria Iacono – , nonostante le numerose vicissitudini e peripezie che ha dovuto superare negli anni precedenti, legate in principal modo all’ottenimento del decreto ministeriale di Pareggiamento, ha sempre fornito a studenti ed alle loro famiglie la certezza di un’ottima offerta didattica, sfornando nel corso del tempo non pochi talenti nel campo della musica, di fatto assurgendo al rango di autentica eccellenza nel panorama formativo agrigentino e siciliano.
Comprendo le preoccupazioni legate al rischio che la cancellazione delle Province Regionali possa determinare rischi per il reperimento delle risorse necessarie alla sopravvivenza dell’istituto e per quanto di mia competenza attiverò tutte le interlocuzioni istituzionali necessarie al fine di scongiurare tale evenienza.
Ci tengo tuttavia ad evidenziare il profondo valore della proposta di legge predisposta e già presentata unitamente ad altri colleghi del gruppo del partito democratico, che per l’appunto punta a trasformare gli ex Istituti musicali pareggiati in Istituti superiori di studi musicali,in applicazione a quanto disposto dalla Legge 21 Dicembre 1999 numero n. 508 .
Infatti la Legge 508 del 1999 prevede la possibilità di una statizzazione degli ex Istituti musicali pareggiati, ma a tutt’oggi, a quattordici anni dalla data di entrata in vigore della norma stessa, non si è ancora provveduto a regolamentare ed attuare la necessaria statizzazione di tali Istituzioni. Pertanto, abbiamo ritenuto necessario ed urgente, procedere alla presentazione di tale proposta di legge, che in tempi brevissimi dovrà regolamentare la modalità della statizzazione stessa.
Auspico che la buona riuscita di tale iniziativa parlamentare possa contribuire a risolvere i gravi problemi da ella denunciati in questi giorni, in questo senso ,intendo fin d’ora esternarle la mia disponibilità a sostenerne ogni possibile sforzo.
Confermo infine la mia presenza all’assemblea pubblica convocata in data 15 Giugno presso l’Istituto, così da confermare dal vivo il senso dei miei impegni” conclude Maria Iacono.