Dissalatori, Firetto presenta interpellanza a Crocetta

Il capogruppo Udc all’Ars, Lillo Firetto è il primo firmatario di un’Interpellanza urgente al presidente della Regione, Rosario Crocetta e all’Assessore dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità per conoscere quali interventi stia adottando il Governo Regionale “a garanzia dei livelli occupazionali degli operatori degli impianti di dissalazione di Porto Empedocle e Gela.” Comè noto le unità di dissalazione di Gela e Porto Empedocle, terminate le passate gestioni, sono state affidate a società per essere poste in stato di “stand-by”, pronte ad essere riattivate in caso di necessità. Ad oggi emergono serie e fondate preoccupazioni circa la posizione occupazionale degli operatori addetti alle unità produttive di Gela e Porto Empedocle e nella grave congiuntura economica il loro mancato pagamento degli stipendi e la mancanza di qualsivoglia certezza sul futuro determina un gravissimo danno per i lavoratori e le loro famiglie private della principale fonte di sostentamento, dopo 23 anni di servizi. Lillo Firetto chiede dunque “con quali strumenti e tempistiche l’Assessorato Regionale intenda intervenire nei confronti della società Siciliaacque Spa, pervenendo ad una modifica del rapporto convenzionale che preveda la riduzione del canone concessorio a fronte della presa in carico da parte della società, per il medesimo importo, del personale delle unità produttive di Porto Empedocle e Gela, assicurando il mantenimento dei livelli occupazionali degli operatori provenienti dalle precedenti gestioni, e facendo eventualmente cessare tale riduzione in caso di ripristino dello stato di esercizio e produzione a regime degli impianti”.