Il Consiglio approva l’adesione del Comune di Agrigento al Patto dei Sindaci per un’energia sostenibile

Il Consiglio comunale nella seduta di ieri, martedì 9 aprile, ha approvato all’unanimità dei presenti in aula, l’adesione del Comune di Agrigento al “Patto dei Sindaci” (Convenant of Mayors) ed alla campagna Italia per l’“Energia sostenibile per l’Europa”.

Il Patto dei Sindaci ha come fine la promozione ed un migliore utilizzo delle fonti energetiche per una crescita della qualità della vita nei territori europei, attraverso l’attuazione di misure specifiche a supporto delle azioni dei Paesi dell’Unione Europea mirate al raggiungimento degli obiettivi fissati dal protocollo di Kyoto.

Gli obiettivi specifici della campagna Energia sostenibile per l’Europa sono quelli di sensibilizzare i responsabili delle decisioni locali, regionali, nazionali ed europei alle problematiche energetiche al fine di diffondere le pratiche migliori per assicurare un alto livello di comprensione da parte dell’opinione pubblica e stimolare un aumento degli investimenti privati nelle nuove tecnologie dell’energia sostenibile.

Soddisfazione viene manifestata per l’accoglimento favorevole da parte dei Consiglieri comunali della proposta di delibera sul “Patto dei Sindaci”, dal vice sindaco Piero Luparello il quale, anche nella qualità di Assessore ai lavori pubblici ed all’ambiente, si è fatto attivo promotore del “Patto” per un impegno concreto per lo sviluppo di un’energia sostenibile in Europa a partire anche dalla nostra città.

“Le città dei Paesi europei – dichiara il sindaco Marco Zambuto – rappresentano il luogo ideale e necessario per stimolare i cittadini ad un cambiamento delle abitudini quotidiane in materia ambientale ed energetica, al fine di migliorare la qualità della vita nel contesto urbano e nei territori limitrofi e pertanto è mio convincimento che l’impegno dell’Unione Europea a ridurre le emissioni inquinanti potrà essere pienamente raggiunto solo se gli impianti energetici locali, gli abitanti delle città e le aziende che producono emissioni e rifiuti lo condividono e lo mettono in atto”.

“Ha fatto bene l’Unione Europea – continua Zambuto – ad individuare proprio nelle città il contesto in cui è maggiormente utile agire per realizzare una riduzione delle emissioni ed una diversificazione dei consumi energetici, stante che proprio le città sono responsabili di oltre il 50% delle emissioni nocive per l’ambiente e la salute. Noi sindaci del “Patto” siamo pronti ad impegnarci per migliorare la qualità della vita delle nostre città e di tutti i cittadini”.