Cupa, Maria Immordino riconfermata Presidente

L’assemblea dei Soci del Consorzio Universitario della Provincia di Agrigento, nel corso della propria ultima seduta, ha riconfermato la Professoressa Maria Immordino presidente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Universitario della Provincia di Agrigento; Vice Presidente è stato nominato Giovanni Di Maida designato in rappresentanza della Provincia Regionale, socio di maggioranza; mentre il Prof. Gianfranco Tuzzolino docente nel corso di laurea in Architettura è stato nominato componente del Consiglio di Amministrazione, su designazione della Camera di Commercio.
A seguito della modifica statutaria approvata dall’Assemblea dei Soci l’8 marzo scorso (e registrata con atto notarile del 21 marzo scorso) effettuata in esecuzione delle disposizioni in materia di riduzione della spesa pubblica introdotte dalla legge statale n. 122 del 2010, il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Universitario è stato ridotto da nove a cinque: dei quali due designati dalla Provincia Regionale, ed uno ciascuno dalla Camera di Commercio, dal Comune Capoluogo e dall’Assessorato Regionale BB.CC. Pertanto, con la nomina della Presidente Immordino, del Vice Presidente Di Maida e del componente Tuzzolino, ad oggi risultano in carica già tre componenti su cinque consentendo quindi al Consiglio di Amministrazione del CUPA di poter legittimamente deliberare ed operare.
Nei prossimi giorni sono attese le designazioni dei propri rappresentanti da parte del Comune di Agrigento e della Regione BB.CC., ultimate le quale il consiglio di Amministrazione del CUPA sarà costituito nel suo plenum.
“L’obiettivo prioritario di questo consiglio di Amministrazione sarà di rilanciare il ruolo non solo accademico e formativo ma anche di sviluppo economico e sociale che il Consorzio Universitario può avere per la provincia di Agrigento – dice il Presidente Maria Immordino – ; in questo senso avverto un clima di rinnovato entusiasmo e di fattiva collaborazione da parte di tutti i soci”.