Truffa ed estorsione, saccense condannato a 4 anni

I giudici del del Tribunale di Sciacca hanno condannato a 4 anni di reclusione Dario Di Carlo, 36 anni, saccense. Millantando di essere amico di un ufficiale della Guardia di finanza di Roma e di potere avere la disponibilità di vetture provenienti da sequestri, Di Carlo sarebbe riuscito a vendere un’auto di grossa cilindrata per soli 16.000 euro, estorcendo poi ulteriore denaro per un totale di 93.000 euro. Condannata a 1 anno e 8 mesi di reclusione anche la moglie di Di Carlo, Alice Piazza, 35 anni, accusata di concorso in truffa.