Omicidio Adorno, parola alle parti civili

Da sinistra Adorno e De Rubeis

E’ proseguito ieri mattina, il processo nei confronti dell’empedoclino Giuseppe De Rubeis, 29 anni, accusato dell’omicidio di Giuseppe Adorno.
Dopo la requisitoria del Pubblico ministero Giacomo Forte che ne aveva chiesto la condanna all’ergastolo, il Gip, Alessandra Vella, ha ascoltato gli interventi delle parti civili, Giuseppe Filippazzo, Gerlando, Giovanni e Giuseppe Di Stefano, assistiti dagli avvocati Gianfranco Pilato e Anna Americo, arrestati perché accusati falsamente di essere autori dell’omicidio.
I difensori hanno ribadito la richiesta di condanna chiedendo un risarcimento del danno. Il prossimo 8 aprile concluderà, invece, l’avvocato Alessandro Patti che assiste i familiari di Adorno.