Aragona, “Mondo X” incontra le famiglie

mondo x aragonaIl 20 marzo scorso, si è tenuta presso la scuola media V.E. Orlando di Aragona l’iniziativa “Mondo X incontra le famiglie promossa dal Consiglio Pastorale Cittadino di Aragona che in collaborazione con l’istituzione scolastica ha voluto avviare una riflessione sul disagio che molti giovani oggi vivono e che sempre più spesso sfocia in varie forme di devianze ( Alcol, Fumo, Droga, Video Poker, Gratta e Vinci cc. ecc.).
L’incontro è stato scandito da diversi interventi, primo fra tutti, quello di un ragazzo uscito dal tunnel della droga grazie al percorso compiuto all’interno di Mondo X, una comunità fondata dal frate francescano padre Eligio Gelmini, che oggi conta diverse sedi in tutta Italia, e che offre a tanti giovani afflitti da dipendenze varie una vita semplice e autentica, fatta di lavoro, fraternità e preghiera.
Ha fatto seguito la testimonianza della mamma di questo ragazzo, la quale ha raccontato la dolorosa esperienza del figlio dalla sua prospettiva di genitore e ha esortato i genitori presenti a non avere timore di affrontare le difficoltà che quotidianamente si presentano nel cammino dei loro figli e a riappropriarsi dell’autorevolezza del loro ruolo: “Non siate amici dei vostri figli, ma da genitori date loro delle regole dando voi per primi l’esempio”. A seguire L’Arciprete Don Giuseppe Veneziano ha affermato che: “I giovani crescono in una società che non chiede loro nulla, non li educa al sacrificio del lavoro, non sa più cosa sia la bellezza e la verità delle cose. La Comunità ecclesiale dovrà aiutare le famiglie a riaprire i sentieri della speranza. Una città cambia non tanto nei muri, esteriormente, ma nelle persone che cambiano il cuore, mentalità e si convertono, non cercano la vita dove non c’è. Non è la droga che fa i drogati, ma sono i drogati che fanno la droga.
Se i genitori non pregano, non ascoltano la Parola di Dio, se non partecipano ai Sacramenti non cresceranno nella fede, non potranno essere credibili, perderanno i loro figli. La sera per le strade spesso sembra che i figli siano come dei cani sperduti “senza collare”. Fanno quello che vogliono. Non sono cercati , non sono seguiti.
Occorre più dialogo, più tempo da dedicare loro in famiglia per ascoltarli. In ogni giovane “dorme” un nuovo S. Francesco. Aiutateci a fare esperienza di Oratorio, luogo di crescita sano. Occorrono papà e mamme, nonni che si aprono al servizio dei giovani, amandoli, ascoltandoli e servendoli come loro figli.”
Il Maresciallo dei carabinieri di Aragona ha invitato i genitori ad essere più vigilanti nei confronti dei loro figli, dando degli orari di rientro, aspettandoli quando tornano la sera e guardarli negli occhi, parlargli e vedere se se sono sobri o hanno bevuto.
Per chi desidera maggiori informazioni può chiamare l’associazione per la Vita “MondoX” Tel 0922 438123 Favara.