Lampedusa, deve espiare sette mesi per minacce. 65enne ai domiciliari

I Carabinieri della Stazione di Lampedusa nella tarda serata hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Palermo, Giovanni Maggiore, 65enne, commerciante del luogo.
L’uomo è stato sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, pertanto, dopo le preliminari formalità di rito in caserma, è stato accompagnato dai militari dell’Arma nella propria abitazione per espiare la pena di sette mesi di reclusione alla quale è stato definitivamente condannato per minacce e disturbo in danno di un imprenditore dell’isola, risalenti all’anno 2007.